rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
La scheda

Roberto Calderoli nuovo ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, chi è

Esponente storico della Lega, il suo nome era tra i più quotati per la presidenza del Senato. Ha fatto un passo "di lato" - come ha detto lui stesso  - in favore di Ignazio La Russa e adesso gli viene assegnato un posto nel governo

Il suo nome era tra i più quotati per la presidenza del Senato, ma ha fatto un passo "di lato" - come ha detto lui stesso - in favore di Ignazio La Russa e adesso gli viene assegnato un posto nel governo. Roberto Calderoli, volto storico della Lega. è il nuovo ministro Affari regionali e Autonomie.

Chi è Roberto Calderoli, nuovo ministro Affari regionali e Autonomie

Bergamasco doc e storico esponente della Lega, Roberto Calderoli è un medico, un chirugo maxillo facciale. Nato nell'aprile del 1956, entra nel Carroccio quando il leader è Umberto Bossi. Diventa segretario nazionale della Lega Lombarda dal 1995-2002, quando assume il ruolo di coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Nord.

Dal 1990 al 1995 è consigliere comunale a Bergamo. Entra in Parlamento per la prima volta nel 1992 con oltre dodicimila preferenze. Alle elezioni successive, nel 1994, la Lega Nord è alleata del Popolo delle Libertà e nei mesi di governo è presidente della commissione Affari Sociale per la Camera.

Alle elezioni politiche del 2001 viene eletto al Senato nel collegio uninominale di Albino per la Casa delle Libertà nella circoscrizione Lombardia. Diventa vicepresidente del Senato e mantiene l'incarico fino a luglio 2004, quando diventa ministro per le Riforme istituzionali e la devoluzione, in sostituzione di Umberto Bossi, che è eletto al Parlamento europeo. Nel 2006 è nuovamente eletto al Senato e nominato vicepresidente. Rieletto al Senato ancora nel 2008, a maggio dello stesso anno è nominato ministro per la Semplificazione normativa (IV governo Berlusconi), carica che ricopre fino al novembre 2011. 

Nell'aprile del 2012 è nominato con Roberto Maroni e Manuela Dal Lago membro del triunvirato che fino al successivo congresso della Lega Nord (viene nominato segretario Maroni) è incaricato di sostituire la carica di segretario del partito lasciata dal leader Umberto Bossi a causa di un'inchiesta giudiziaria che ha coinvolto la sua famiglia.Nel 2013, 2018 e 2022 viene rieletto senatore.

Nasce il governo Meloni: ecco chi sono tutti i nuovi ministri

Nella egislatura 2001-2006, Calderoli è tra i firmatari del disegno di legge elettorale che sarà poi conosciuto come "Porcellum". Celebre il suo intervento alla trasmissione tv Matrix, in cui Calderoli definisce quella legge una “porcata”, espressione che darà il suggerimento al politologo Giovanni Sartori di rinominarla, appunto, "Porcellum". La Corte costituzionale nel 2013 dichiara questa legge elettorale incostituzionale. Durante lo stesso periodo, Calderoli propone una riforma costituzionale mirata a dare più poteri alle Regioni, ma un referendum la boccia.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberto Calderoli nuovo ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, chi è

Today è in caricamento