rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
La scheda

Guido Crosetto nuovo ministro della Difesa, chi è

Braccio destro di Giorgia Meloni è una delle anime di Fratelli d'Italia, quella più moderata. Inizia la carriera nella Dc, poi approda a Forza Italia e al Popolo delle Liberà che lascia per fondare Fdi. Viene considerato uno dei consiglieri più ascoltati dalla premier

E' nato ufficialmente il governo guidato da Giorgia Meloni. A lei il compito di raccogliere l'eredità di Mario Draghi. Nella sua squadra trova posto Guido Crosetto, nuovo ministro alla Difesa. Il suo nome è sempre stato praticamente certo. Braccio destro della premier è una delle anime di Fratelli d'Italia, quella più moderata. Lui, su Twitter, si presenta così "Libero da pregiudizi per convinzione, garantista per dna, conservatore per nascita, rispettoso per scelta. Ex tante cose. Ora uomo libero ed imprenditore".

Nasce il governo Meloni: ecco chi sono tutti i nuovi ministri

Chi è Guido Crosetto, nuovo ministro della Difesa

Piemontese, nato il 19 settembre 1963, è un imprenditore con una lunga esperienza politica alle spalle. Impresa e politica sono le direttrici della sua carriera. Da giovanissimo ha preso la guida dell’azienda di famiglia che produce macchine per l’agricoltura, espandendo poi l’attività imprenditoriale ad altri settori, tra l’altro al comparto immobiliare e turistico. Nel 2014 è stato nominato presidente dell’Aiad, la Federazione delle Aziende Italiane per l’Aerospazio. Dal 2020 è presidente di Orizzonte Sistemi Navali, un’impresa creata come joint venture tra Fincantieri e Leonardo.

Ha cominciato l’attività politica come segretario regionale del movimento giovanile e responsabile nazionale della formazione della Democrazia cristiana e nel 1988 è stato consigliere economico del presidente del Consiglio Giovanni Goria. E' stato sindaco di Marene (Cuneo) dal 1990 al 2004, ma anche stato consigliere provinciale di Cuneo dal 1999 al 2009, ricoprendo l'incarico di capogruppo di Forza Italia. Arriva alla Camera nel 2001 (rieletto nel 2006 e 2008) con Forza Italia, poi Popolo delle libertà (Pdl). Con Berlusconi premier diventa sottosegretario alla Difesa. Il rapporto con Pdl si logora. L'attrito nasce soprattutto dalla scelta del Pdl di sostenere il governo Monti nel 2011. Crosetto fonda con Giorgia Meloni e Ignazio La Russa fonda Fratelli d’Italia, di cui è coordinatore nazionale. Alle politiche del 2013 non viene eletto perché il partito non supera la soglia di sbarramento e neanche alle Europee due anni dopo. Centra lo scopo nel 2018, ma l'anno dopo decide di lasciare la politica per dedicarsi all’attività di imprenditore.

E' certamente una delle voci più ascoltate da Giorgia Meloni. La sua è una delle opinioni che "pesano". Celebre il siparietto al convegno elettorale all'auditorium Concillazione "Le primarie delle idee" a Roma 16 dicembre 2012 quando lui fisicamente imponente prende in braccio lei sul palco. (Foto in basso Ansa)

crosetto meloni Ansa-2
La sua formazione, le radici nel mondo dell'industria, lo rendono particolarmente abile nel dialogo con gli industriali, con i sindacati. Viene considerato uno dei più abili tessitori di relazioni anche con gli avversari. Non è un caso che, a gennaio 2022, abbia avuto 114 voti al terzo scrutinio per la scelta del presidente della Repubblica, molti più di quelli dei grandi elettori del suo partito.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guido Crosetto nuovo ministro della Difesa, chi è

Today è in caricamento