rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
botta e risposta

Grillo punzecchia Conte: "Specialista dei penultimatum", lui risponde

Scambio di frecciate tra il fondatore del M5s e l'attuale presidente dopo la decisione dell'ex premier di vietare ai suoi di partecipare alle trasmissioni Rai

Botta e riposta tra Beppe Grillo e Giuseppe Conte. Tema: le nomine Rai e l'indicazione data dal presidente del M5s ai suoi di non partecipare ai tg e ai talk show di viale Mazzini. Un diktat che a una settimana dall'annuncio sembra già essersi ammorbidito. E lì è partita la stoccata (l'ennesima) del fondatore del M5s.

Durante un convegno alla Camera sulle comunità energetiche al quale ha partecipato anche Conte, Grillo dal video ha commentato: "Mi fa piacere che c'è ancora la stampa, che abbiamo di nuovo dei rapporti. Vedo Conte, che è un gentleman, uno che non riesce a dare gli ultimatum, è uno dei più grandi specialisti di penultimatum mai visti". 

L'ex premier ha replicato subito: "Grillo sul piano della comunicazione ha una visione non proprio ortodossa. Già in passato ha dimostrato di non essere legato molto alle apparizioni tv, da questo punto di vista non c'è stata nessuna divergenza su quello che è avvenuto". Per sdrammatizzare, ha tentato anche una battuta: "Ma c'è la Rai? Se non c'è la Rai non c'è nessuna violazione". Poi, serio, ha spiegato lo stop alle apparizioni M5S sui canali Rai "è una decisione che nasce da un passaggio specifico che abbiamo denunciato, che non ci è stato chiarito. Ma sicuramente non è che siamo contro il servizio pubblico o vogliamo assumere una decisione per tutta la nostra vita politica. Non avrebbe senso, dobbiamo anche contestualizzare le nostre decisioni". Comunque, ha ribadito, con Grillo “non c’è stata nessuna divergenza". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo punzecchia Conte: "Specialista dei penultimatum", lui risponde

Today è in caricamento