rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Grillo contro il Governo: "La mafia non strangola i propri clienti"

A Palermo, in piena campagna elettorale, mentre in Sicilia di ricorda Pio La Torre, il leader del movimento 5 Stelle attacca la politica che presto "dovrà confrontarsi con i cittadini"

La crescita di quella sensazione di antipolitica insita ormai nel nostro paese sta mettendo i razzi ai piedi di Beppe Grillo.

Ormai certo che le prossime amministrative sanciranno la definitiva consacrazione su piano nazionale di quello che era un movimento ed ormai, anche suo malgrado, è una formazione politica, il comico genovese non si risparmia.

Palermo per sostenere il candidato a '5 Stelle' Riccardo Nuti, interviene sulla crisi economica e sulle manovre del governo Monti. Un intervento a sparigliare. Di quelli che piacciono al leader: o con me, o contro di me. E così davanti a centinaia di persone Grillo ha urlato che "la mafia non ha mai strangolato il proprio cliente. Si limita a prendere il pizzo. Ma qua vediamo un'altra mafia che strangola la propria vittima". Chiaro il riferimento al Governo.

Quanto ai politici, ha continuato Grillo nel suo attacco "non appena rimarranno senza televisioni, senza giornali, senza poliziotti ormai stanchi di far da scorta a politici che fanno burlesche, allora saranno costretti a confrontarsi con i cittadini".

Sembra una chiamata al forcone nella 'terra dei forconi'. In realtà il suo è un vero e proprio programma politico. Un programma fatto di caos e di rabbia, in grado di alimentare quei mal di pancia che ormai contagiato tutto il paese. 

Durissima la reazione del Pd locale che, tramite Nico Stumpo, responsabile organizzazione di Palermo, accusa Grillo di essersi trasformato "da pifferaio a ciarlatano". In fondo, parlare di mafia in Sicilia è come parlare di corda in casa dell'impiccato. "Grillo non sa niente di mafia. Ed è anche per lui che, in queste ore, ricordiamo commossi Pio La Torre che trent'anni fa pagava con la sua vita la lotta alla violenza. Non è negandola" ha concluso l'esponente democratico "che si combatte la mafia". Dello stesso avviso esponenti politici di sinistra (dalla Federazione della Sinistra all'Idv) e del centrodestra.

E così, ancora una volta, in un paese ormai spaccato, da una parte c'è la politica. Dall'altra Grillo. Di mezzo è il turno delle vittime di mafia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo contro il Governo: "La mafia non strangola i propri clienti"

Today è in caricamento