rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Lega Nord / Svizzera

Lega Nord, le procure indagano in Svizzera

Scoperta 'Aurora', società a garanzia limitata intestata a Francesco Belsito. Solo un omonimo? Difficile. E così le procure di Reggio Calabria e Napoli si muovono nel Ticino per capire quanti soldi ci sono transitati

E alla fine spunta Aurora. Dove Aurora non è una donna ma una società svizzera a garanzia limitata. Precisamente, una cassaforte super-segreta dell'ex tesoriere della Lega Nord, Francesco Belsito.

Ed è proprio dentro Aurora che Belsito avrebbe fatto transitare i milioni di euro distorti dal rimborso elettorale del partito. Ma, soprattutto, l'ipotesi sulla quale stanno lavorando gli inquirenti è che Aurora sia il luogo di passaggio anche di ingenti cifre provenienti dalla Ndrangheta. 

Lugano, via Gaggio 2. E' questo l'indirizzo del Canton Ticino dove Francesco Belsito, fino al 29 marzo scorso, ha registrato la sede legale della società rilevata un anno fa da un certo Giovanni Russo, personaggio ancora ignoto. 

Nei prossimi giorni uomini della procura di Napoli e investigatori della Dia di Reggio Calabria si recheranno in Svizzera per alcune rogatorie internazionali al fine di arrivare a decifrare una serie di conti, in particolare quello intestato ad Aurora, per capire se Francesco Belsito sia proprio l'ex tesoriere della Lega o solo un omonimo ma soprattutto per scoprire quanti soldi sono transitati dal conto 'segreto'. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lega Nord, le procure indagano in Svizzera

Today è in caricamento