rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Calcio e politica

Incredibile all'Olimpico: al derby nessun politico in tribuna

La conferma arriva dal Coni: "Nessun esponente politico ci ha chiesto l'accredito per la Tribuna autorità". Troppo forte la paura di essere bollati sui media come "quelli della casta"

ROMA. Da tempo immemorabile quello in programma lunedì sera allo stadio Olimpico sarà il primo derby senza politici in tribuna autorità. La decisione di non rinnovare a deputati e senatori le tessere di favore in tutti gli impianti sportivi d'Italia, presa dal neo presidente del Coni, Giovanni Malagò, ha così registrato il primo effetto significativo.

Troppa la paura di finire con la propria foto su giornali e siti il giorno dopo la partita, annoverati fra "quelli della Casta". E così per Roma-Lazio, posticipo del lunedì della trentunesima giornata di campionato, non sono previsti parlamentari tra gli spettatori della tribuna vip gestita dall'ente che governa lo sport italiano. 

Domani con Malagò in tribuna ci saranno numerosi presidenti di federazione, il ct azzurro Cesare Prandelli, l'olimpionica nonchè membro di giunta Coni Alessandra Sensini e il membro Cio Mario Pescante, oltre ai rappresentanti di alcune authority di governo. In rappresentanza delle istituzioni il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il questore, Fulvio Della Rocca, il presidente del consiglio comunale, Marco Pomarici. 

Al momento, al Coni, non sono arrivate richieste da alcun parlamentare. "Non aver confermato la tessera per l'ingresso in tutti gli impianti d'Italia non significa che i politici non debbano più andare allo stadio in autorità Ma per domani - spiega l'ufficio relazioni esterne del Coni - nessuno ci ha chiesto nulla".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incredibile all'Olimpico: al derby nessun politico in tribuna

Today è in caricamento