rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Il prezzo della crisi / 2

L'inflazione costerà 874 euro a famiglia

Dati Codacons: nonostante la diminuzione dell'aumento del costo della vita, con l'inflazione al 2,5% una famiglia di tre persone è chiamata a pagare una 'tassa invisibile' di quasi 900 euro.

L'inflazione rallenta. Una buona notizia, non c'è che dire. Ma a novembre la diminuzione è "molto lieve e dovuta esclusivamente al calo dei prezzi dei carburanti". È quanto sostiene il Codacons, commentando le stime definitive dell'Istat sui prezzi. 

"In ogni caso – aggiunge l'associazione a tutela del consumatore - un'inflazione al 2,5% non è certo una notizia da festeggiare: significa che una famiglia di tre persone paga su base annua una tassa invisibile pari a 874 euro in termini di aumento del costo della vita". 

Inoltre, sottolinea il Codacons, "non si tratta di un'inversione di tendenza dovuta ad un generale abbassamento dei prezzi. Se, quindi, il costo del petrolio tornasse a salire, l'inflazione si impennerebbe nuovamente". 

Ecco perché, secondo l'organizzazione, "il Governo dovrebbe spezzare la cinghia di trasmissione petrolio-inflazione, mantenendo finalmente la promessa di sterilizzare i futuri rialzi dei carburanti". 

In questo modo, evidenzia il Codacons, "al superamento della soglia di 1,90 per la benzina e di 1,80 per il gasolio si congelerebbe almeno l'ulteriore guadagno dello Stato dovuto alla doppia tassazione Iva e accise". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inflazione costerà 874 euro a famiglia

Today è in caricamento