Domenica, 13 Giugno 2021
Immigrazione

Ius soli, la maggioranza trova l'intesa: ecco cosa cambia

L’accordo raggiunto in Commissione Affari Costituzionali alla Camera: ora si attende il sì dell'aula ma la strada sembra tracciata. Ecco le condizioni per ottenere la cittadinanza italiana

Sembra raggiunta l'intesa per l'introduzione dello Ius soli, ovvero il diritto di cittadinanza per gli stranieri nati in Italia. L’accordo raggiunto  in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, prevede due condizioni per la concessione della cittadinanza: obbligo della frequenza scolastica e vincolo del permesso di soggiorno di lunga durata da parte di uno dei due genitori.

Lo affermano due emendamenti a firma Sc e Ncd che hanno messo d'accordo la maggioranza. Ora dovrà arrivare il sì dell'aula ma la strada sembra tracciata. Per Sel, invece, "l'intesa raggiunta rappresenta un compromesso al ribasso".

"L'emendamento proposto da Ncd e approvato in Commissione prevede che il genitore straniero debba essere in possesso del permesso di soggiorno Ue di lungo periodo", ha commentato la deputata Celeste Costantino (Sel).  

"Peccato - ha aggiunto - che le condizioni per ottenere questo tipo di permesso siano molto stringenti e tra i requisiti necessari figurano anche particolari condizioni economiche e standard abitativi penalizzanti".

Soddisfatto invece il deputato Kalid Chauki, Pd: "Si tratta di una riforma importante per il futuro dell'Italia - ha detto - che andava condivisa con il numero più ampio possibile di forze politiche. Per questo, l'accordo di maggioranza e, auspico, l'appoggio di parte della minoranza è un ottimo risultato". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ius soli, la maggioranza trova l'intesa: ecco cosa cambia

Today è in caricamento