rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Europa

"Contro la disoccupazione, salario minimo garantito"

Arriva da un 'moderato' come il presidente dell'Europarlamento, Jean-Claude Junker, la proposta di inserire un "livello comune di salario minimo" nell'area euro. "Altrimenti perderemmo credibilità e approvazione della classe operaia".

E' arrivato il momento di inserire, nell'area euro, un "livello comune di salario minimo". A parlare è il presidente dell'Eurogruppo Jean-Claude Juncker chiamato a intervenire durante un'audizione all'Europarlamento sulla disoccupazione.

In Europa, infatti, il tasso di chi non lavora è in costante aumento e, ad oggi, "supera l'11%". E così l'esponente del Ppe, premier lussemburghese, sostiene che l'unico modo per affrontare questa emergenza "è ritrovando la dimensione sociale con misure come il salario minimo". Altrimenti "perderemmo credibilità e approvazione della classe operaia".

Il grido d'allarme di Juncker è da far tremare i polsi: "Stiamo sottovalutando l'enorme tragedia della disoccupazione, che ci sta schiacciando".

Quindi, "per dirla con Marx", la soluzione si chiama salario minimo garantito. O reddito di cittadinanza che dir si voglia. Una battaglia che - trasportata in Italia - avrà come suoi portabandiera sulla scheda elettorale Nichi Vendola e Antonio Ingroia.

GRECIA, DISOCCUPAZIONE CHOC - E mentre Juncker suonava l'allarme dei 'senza lavoro', in Grecia sono stati resi noti i nuovi dati sulla disoccupazione: ad ottobre 2012 le persone "inattive" nel paese ellenico sono il 26,8%, in forte aumento rispetto al 26,2% di settembre e al 19,7% di ottobre 2011.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Contro la disoccupazione, salario minimo garantito"

Today è in caricamento