rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
GOVERNO

Kyenge vuole Balotelli testimonial per il diritto di cittadinanza

Il ministro italo-congolese annuncia che nelle prossime settimane sarà pronto un ddl che riconosce la cittadinanza ai bambini nati in Italia da genitori stranieri

ROMA - Il ministro dell'Integrazione Cecile Kyenge ha annunciato che nelle prossime settimane sarà pronto un ddl per garantire la cittadinanza a chi è nato in Italia da genitori stranieri, il cosiddetto "ius soli". "E' difficile dire se ci riuscirò - ha ammesso il ministro italo-congolese intervistata da Lucia Annunziata a In mezz'ora - Bisogna lavorare molto per trovare i numeri necessari". 

All'indomani delle polemiche sollevate nel centrodestra dalle sue affermazioni sul diritto di cittadinanza per i bambini nati in Italia come priorità del governo, Cecile Kyenge è dunque tornata sul tema. E non ha escluso neppure l'ipotesi di un testimonial famoso come Mario Balotelli per la sua battaglia.

Quando Lucia Annunziata suggerisce al ministro di arruolare una star del calcio come Mario Balotelli in qualità di testimonial per la riforma della legge sulla cittadinanza, Kyenge dice: "E' una buona idea. Non lo conosco personalmente, so che lui sta subendo atti di razzismo, ma riesce a testa alta a dare un forte contributo all'Italia, che è il nostro Paese".

BALOTELLI ACCETTA - E Balotelli risponde presente al ministro per l'Integrazione, rendendosi disponibile per un ruolo da testimonial di una campagna in favore dello ius soli. "Sono sempre disponibile per la lotta al razzismo e alle discriminazioni", ha spiegato in una dichiarazione affidata all'Ansa l'attaccante del Milan. Balotelli, nato a Palermo da genitori ghanesi, ha ricevuto la cittadinanza italiana solo con la maggiore età.

SCHIFANI CONTRO I "PROCLAMI SOLITARI" - Sempre sul tema degli "stranieri in Italia", il ministro ammette che "il reato di clandestinità andrebbe abrogato e bisogna rivedere la struttura dei Cie e lo stato di emergenza legato agli sbarchi". E a stretto giro arriva il commento polemico di Renato Schifani, capogruppo del Pdl al Senato: "Non si esageri e si usi maggiore cautela anche da parte dei membri del governo - dice Schifani - Quello del ministro Kyenge, che annuncia urbi et orbi che il reato di immigrazione clandestina andrebbe abrogato e un ddl sullo ius soli nelle prossime settimane, è soltanto l'ultimo episodio. Non si possono fare proclami solitari, senza che gli argomenti siano discussi e concordati in un ambito collegiale".

38 FRATELLI E SORELLE - Kyenge ha parlato anche del suo arrivo in Italia, dell'impegno politico a Modena e di quando fu aggredita da un uomo con l'accusa di essere una "vu cumprà" e una "negretta". "Son venuta in Italia a studiare medicina pensando di avere una borsa di studio, che non c'era. Prima, a 18 anni, sono andata nella capitale del Congo, mantenuta dalla mia famiglia. Ma mi hanno iscritto a farmacia. Ho frequentato un anno medicina in Italia senza essere iscritta. Poi ho trovato una facoltà di medicina che mi ha preso. Il vescovo della mia città mi aveva trovato una borsa di studio alla Cattolica di Roma, che poi non ho avuto. Senza borsa di studio ho dovuto trovare un modo per vivere in Italia. Mi ha accolto un prete, padre Beppe, rifugiato dall'Ungheria. Era a Roma, a Sant'Anselmo. Attraverso altre persone mi ha fatto conoscere una donna straordinaria, Adele Pignatelli, che fa parte di una associazione di medici. Nel corso della campagna elettorale del 2004 fui aggredita, mentre ero con mia sorella, da un signore che ci mise le mani addosso, ci diede del 'vu cumprà' e dei 'negretti". "Sono felice di avere tanti fratelli e sorelle, 38, perché aiuta nei rapporti con la comunità". In Congo esiste la poligamia e un uomo può avere fino a quattro mogli, la Chiesa riconosce solo il primo vincolo. "Prima della crisi era una cosa abbastanza frequente" osserva il ministro. Il padre di Cecile, cattolico, ha praticato la poligamia, secondo tradizione, e quindi non tutti sono figli della stessa madre. "Vengo da una famiglia cattolica, ma sono poco praticante".  

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Kyenge vuole Balotelli testimonial per il diritto di cittadinanza

Today è in caricamento