Mercoledì, 28 Ottobre 2020
Il segretario della Lega Matteo Salvini in in conferenza stampa nella sede del partito in via Bellerio a Milano, 21 Settembre 2020. Ansa/Matteo Corner
Politica / Italia

Per la Lega scoppia la grana Pagnoncelli: la querela al sondaggista rischia di essere un boomerang

I sondaggi di Ipsos erano finiti nel mirino del partito di Salvini, che li aveva bollati come faziosi, con tanto di promessa di azione giudiziaria. Ma ora il Carroccio rischia la contromossa giudiziaria a 6 zeri

Dopo la mancata vittoria alle elezioni regionali la Lega di Matteo Salvini è in difficoltà. L'ex ministro dell'interno ha perso il tocco magico che lo aveva portato a raccogliere fino ad oltre il 30% dei consensi e dopo un anno di ottovolante ora è in crisi sul fronte dei sondaggi. Se infatti i risultati non arrivano dalle urne, anche nel comune sentire il Carroccio è visto in picchiata. E ora, in casa del Carroccio, potrebbe scoppiare la grana 'Pagnoncelli', dopo che i suoi sondaggi, pubblicati sul Corriere della Sera, erano finiti nel mirino del partito, che li aveva bollati come faziosi, con tanto di promessa di azione giudiziaria. Sondaggi che però, nel caso del voto in Campania, si sono poi rivelati in linea con quanto registrato ai seggi.

"Stiamo ancora aspettando la querela da parte dell'onorevole Molteni e stiamo valutando iniziative nei confronti di quegli esponenti, che sui mezzi di informazione, ci hanno diffamato", fa sapere all'AdnKronos lo stesso sondaggista di Ipsos Nando Pagnoncelli di cui è amministratore delegat. "Valuteremo quando riceveremo la richiesta di danni da parte della Lega, ammesso e non concesso che fosse rivolta a noi e non al Corriere"

Dopo l'annunciata querela leghista, con tanto di richiesta di maxi risarcimento nei confronti di Pagnoncelli, il partito di Salvini rischia così la contromossa dei legali di Ipsos, che potrebbe chiedere di sborsare cifre molto impegnative, specie per un partito già alle prese con difficoltà economico-giudiziarie. 

Che cosa è successo tra Lega e Pagnoncelli (Ipsos)

La vicenda ha visto in prima fila il fedelissimo di Salvini, Nicola Molteni, ex sottosegretario al Viminale e ora commissario nella regione Campania, che nelle scorse settimane avrebbe dato mandato all'avvocato Claudia Eccher, con la richiesta di querelare Pagnoncelli per quanto scritto il 29 agosto sul Corsera, quando aveva 'rilevato' nella regione di De Luca, una "Lega con il 3,3%, in forte arretramento rispetto alle Europee quando fu il partito più votato con il 19,2%".

nando pagnoncelli-2

Numeri che oggi Pagnoncelli rivendica così: "Il 3,3% è calcolato - spiega - su coloro che dichiarano di voler andare a votare, su un campione più limitato, il 5,5% della Lega in Campania è perfettamente nell'ambito della forchetta prevista" in questo tipo di rilevazioni. "Eravamo - scandisce - nel giusto". Tornando a Molteni, il deputato brianzolo avrebbe addirittura chiesto un risarcimento da 500mila euro, accusando l'analista del Corsera di presentare dati "inverosimili", di "stravolgere la realtà" e di "tentare di condizionare l'opinione dell'elettorato"

Accuse ribadite con durezza dal collega di partito, Claudio Borghi: "Pagnoncelli poverino svolge il lavoro per cui è pagato, ovvero inventare modi camuffati da sondaggi per danneggiare la Lega a favore del potere vigente", si legge in un post dell'ex presidente della Commissione Bilancio della Camera. Accuse durissime che Pagnoncelli rimanda al mittente: "C'è una cattiva abitudine - replica - di chi pensa che le terze parti non esistano, pensa di poter catalogare tutti in amici o nemici, io faccio un altro mestiere, in 36 anni di professione mi hanno affibbiato qualsiasi casacca politica, ora siamo di fronte alla ripetizione di una cattiva abitudine che molti esponenti politici hanno, per fortuna non tutti".

Di sicuro i legali sono allertati. Da una parte e dall'altra. Raggiunta dall'AdnKronos, Claudia Eccher, storico avvocato della Lega, da ultimo in campo in difesa di Matteo Salvini dopo la querela di Carola Rackete, non si sbottona: "Non mi è possibile fare alcuna dichiarazione, non posso dire nulla sulla vicenda". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Elezioni, finisce 3 a 3: la Lega non sfonda in Toscana che resta "rossa" come la Puglia. Zaia e De Luca a valanga

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Per la Lega scoppia la grana Pagnoncelli: la querela al sondaggista rischia di essere un boomerang
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...