Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

"Legalizziamo la marijuana per stroncare la mafia": appello al parlamento

Benedetto Della Vedova, promotore dell'intergruppo Cannabis Legale spiega con un video caricato su Facebook le ragioni della proposta di legge sottoscritta da oltre duecento parlamentari che approderà il 25 luglio alla Camera

"Con la cannabis legale toglieremo un business importante alla criminalità organizzata, trasferendo i sovrapprofitti illegali al bilancio dello Stato". Ne è convinto Benedetto Della Vedova, sottosegretario agli Esteri e promotore dell'intergruppo Cannabis Legale che, in vista dell'inizio della discussione della proposta di legge che approderà alla camera il 25 luglio, ha pubblicato sul suo profilo Facebook un video in cui spiega le intenzioni del testo sottoscritto da oltre duecento parlamentari di tutto l'arco politico.

"Il mercato illegale della cannabis in Italia non è diminuito in tutti questi anni di fallimentare proibizionismo; al contrario - spiega Della Vedova - come emerge sempre più frequentemente dalla cronaca, la criminalità organizzata arriva a controllare tutta la filiera: produzione, trasformazione e vendita. Milioni di italiani usano il loro denaro, regolarmente guadagnato e tassato, per foraggiare le mafie: il consumo non diminuisce, il narcotraffico continua a prosperare grazie anche al mercato hashish e marijuana".


"C'è chi dice che, se si legalizza la cannabis, la mafia troverà comunque altri mercati. Ma la legalizzazione intanto prosciugherebbe una delle principali fonti di facile profitto.  Se il 25 luglio si comincerà a discutere nell'aula della Camera della proposta di legge dell'Intergruppo - conclude Della Vedova - ricordiamoci tutti che è anche per dare un colpo alla mafia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Legalizziamo la marijuana per stroncare la mafia": appello al parlamento

Today è in caricamento