rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Governo

Legge di Stabilità, buone notizie: busta paga più "ricca"

Il governo ha trovato l'accordo sul nuovo regime impositivo per le casa: "Non si pagherà di più". Intesa anche sul cuneo fiscale: maggiori detrazioni per i redditi più bassi

ROMA - Da sedici euro a 225 euro: il passo in avanti fatto dalla legge di Stabilità in materia di fiscalità è notevole. Finalmente dal governo arrivano buone notizie per le fasce di reddito più basse, fino ad ora poco considerate dalla manovra. Tutto merito degli emendamenti voluti dall'esecutivo e dal via libera al cuneo fiscale, arrivato ieri sera, grazia al quale la legge di Stabilità si è avviata ieri verso il dibattito in Aula. 

Sul nuovo regime impositivo per la casa si è lavorato fino a tarda sera per trovare la quadratura tra Pd e Ncd. Assente, infatti, Forza Italia che dovrebbe avere così ufficializzato la propria opposizione alla legge e, più in generale al governo. 

Per il cuneo ieri è passata la proposta della senatrice Pd, Rita Ghedini, che blocca a 32mila euro il tetto degli aventi diritto e concentra nella fascia tra i 15 e i 18mila euro di reddito lordo annuo le maggiori detrazioni pari a 1,7 miliardi di euro. Con questo schema l'aumento massimo in busta paga sarà di 225 euro netti annui che non saranno pagati in una unica soluzione ma mese per mese. Il tutto per la soddisfazione di Enrico Letta che, da Berlino, ha esultato: "I conti si faranno alla fine - ha detto - e alla fine si vedrà che è una legge di Stabilità equilibrata". 

Novità anche sulle partecipate degli enti locali con una vera e propria stretta. Saranno discussi, infatti, tagli fino al 30% della retribuzione dei dirigenti in caso di tre bilanci negativi consecutivamente, per arrivare fino al licenziamento. Tra le norme approvate, quella contestata dai sindaci in base alla quale i Comuni saranno tenuti ad "accantonare in un fondo vincolato un importo pari alle perdite accusate dalle società controllate". È chiaro, sostengono i sindaci, che, qualora non potranno farlo, dovranno vendere o chiudere. 

Ancora, sempre in materia di fiscalità: via libera alla possibilità di trasferire un conto corrente da una banca a un'altra senza spese aggiuntive purché le banche coinvolte aderiscano ai comuni protocolli tecnici interbancari. 

Passa anche la vendita dei veicoli sequestrati per ridurre i costi di custodia a carico dello Stato, vengono elevati a venti i milioni destinati a Lampedusa per rafforzare la dotazione di infrastrutture e servizi utili per fronteggiare le ondate migratorie. Le riscossioni comunali delle entrate tributarie rimarranno in carico a Equitalia fino a tutto il 2014, con un anno di concessione in più.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge di Stabilità, buone notizie: busta paga più "ricca"

Today è in caricamento