rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Confronto politico

Al via la Leopolda di Italia Viva, apre Renzi: "Più ci attaccano, più ci danno forza"

L'evento del partito si svolgerà tra l'inchiesta sulla fondazione "Open" e i sondaggi impietosi

“On air”. E' iniziata la Leopolda numero undici, dopo un anno di interruzione per il Covid. Il palco, come annunciato, è quello di un vecchio studio radiofonico e la scritta, rossa, lo domina sui due lati. La ex stazione, tempio del renzismo, ha iniziato a riempirsi dalle 18, mentre Matteo Renzi fa già sapere su Twitter: "Anche quest'anno partecipazione oltre ogni attesa. Che meraviglia il popolo della #RadioLeopolda. Più ci attaccano, più ci danno forza. Grazie, a tra pochissimo”.

Posti solo a sedere e tutti con le mascherine, nel rispetto delle norme anti pandemia, che quest'anno faranno dunque saltare anche i bouffet. Per il resto, l'organizzazione è quella "classica", con i tavoli tematici già predisposti per domani. Tra la gente si aggirano il fidatissimo Francesco Bonifazi, l'europarlamentare Nicola Danti, il senatore Ettore Rosato. Alla prima apparizione di Renzi parte un applauso. All'ingresso il banco del tesseramento 2022 a Italia Viva e poi il solito spazio dei gadget. Spunta anche Alberto Bianchi, ex presidente della Fondazione Open e indagato nell'omonima inchiesta, che ha tenuto banco nelle ultime settimane. Inchiesta sulla quale Renzi, al quale i pm contestano il reato di finanziamento illecito ai partiti, parlerà domani.

Sulle pareti della struttura, come ogni anno, campeggiano frasi di personaggi celebri, da Guglielmo Marconi, con chiaro riferimento al mezzo della radio ("Questa nuova forma di comunicazione potrebbe aver qualche utilità"), a Peggy Noonan ("La Tv dà a tutti un'immagine, ma la radio porta in vita milioni di immagini in milioni di menti"), a Jay-Z ("La radio mi ha fatto pensare in grande").

Domani la rassegna proseguirà con i tavoli tematici la mattina, con lo spazio ai sindaci nel pomeriggio e con l'intervento di Renzi sull'inchiesta Open. Domenica ci sarà il discorso finale dello stesso leader di Italia Viva.

"E' una Leopolda di contenuti, in questi tavoli sempre si è lavorato e da qui abbiamo portato proposte in parlamento. L'ultima è il family act, nata qui nel 2019 e prima tante altre cose. E poi è un momento di aggregazione dopo tante difficoltà", commenta a caldo Rosato.

Quanto agli "incidenti" di ieri in parlamento, con due votazioni dove Iv ha votato con il centrodestra mandando sotto la maggioranza, Rosato taglia corto. "Per noi quello che conta - dice -, è dare una mano seria al governo Draghi. Questa esperienza (il governo Draghi, ndr) è vincente per il Paese: noi siamo con Draghi perché siamo profondamente convinti che sia la soluzione migliore per il Paese, in questo momento particolare".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al via la Leopolda di Italia Viva, apre Renzi: "Più ci attaccano, più ci danno forza"

Today è in caricamento