Martedì, 1 Dicembre 2020

Lo strano caso del libro sul Covid di Speranza: pubblicato e bloccato

''Perché guariremo'', scritto dal ministro della Salute durante la pandemia, doveva uscire il 22 ottobre, ma nelle librerie non vi è traccia. Immediata l'ironia sui social: ''Esce o non esce?''

Roberto Speranza

Giovedì 22 ottobre sarebbe dovuto uscire in tutte le librerie il libro del ministro della Salute Roberto Speranza dal titolo ''Perché guariremo - Dai giorni più duri a una nuova idea di salute' edito da Feltrinelli: un'opera che racconta le esperienze vissute dal titolare del dicastero sanitario in questi mesi di pandemia. Usiamo il condizionale perché del libro, sugli scaffali delle librerie e negli store online, non c'è traccia. 

Lo strano caso del libro del ministro Speranza

Ma cosa è successo? Circa un mese fa, il 20 settembre per la precisione, era stato lo stesso Speranza ad annunciare su Facebook l'uscita del libro scrivendo: ''Sto raccogliendo in un testo le mie idee e le mie esperienze di questi mesi, anche alla luce della lezione del Covid".

Negli ultimi 30 giorni la situazione epidemiologica nel nostro Paese è cambiata in maniera radicale, con la curva dei contagi che, da inizio ottobre, ha avuto una vera e propria impennata, arrivando agli oltre 19mila nuovi casi registrati nel bollettino di oggi, giovedì 22 ottobre, proprio il giorno in cui sarebbe dovuto uscire il libro. E invece? La casa editrice ha comunicato in una nota che, almeno per il momento, l'opera del ministro rimarrà negli scatoloni. Ulteriori spiegazioni non vengono fornite, ma è plausibile che l'andamento dell'epidemia sia il motivo principale dietro questo 'giallo'.

Sgarbi scatenato: ''Ritiro del libro è un dono del cielo''

''Il libro di Speranza? Non è uscito perché avrà raccontato cose già sceme in origine ma, siccome non sanno come va a finire, e lui avrà fatto qualche riflessione ottimistica, hanno deciso di ritirarlo". Questo il commento senza mezzi termini è di Vittorio Sgarbi, che all'AdnKronos ha sottolineato: "Questo ritiro è una fortuna del cielo e per sapere il contenuto del libro basta vedere quello che ha detto Speranza in questi mesi in aula, ovvero: idiozie per creare allarme. Un ministro, voglio ricordare, che si è scelto come consulente Ricciardi, che continua a dire che 'c'è la catastrofe', quando basta vedere i morti di marzo e aprile rispetto a quelli di ottobre...".

In conclusione, per il critico, "che non esca è una fortuna e le ragioni per cui non esce, probabilmente, sono legate al fatto che la tesi del libro, quando l'ha chiuso, era più ottimistica di quello che poi sta realmente capitando oggi. Insomma, il coronavirus ha fatto qualcosa di positivo: il libro non è uscito, grazie!"

Libro Speranza, l'ironia sui social

Intanto la mancata uscita del tomo ha scatenato anche l'ironia su " target="_blank">Twitter: "Esce o non esce?" si stanno chiedendo molti utenti, con ironia e qualche critica. "Durante una pandemia un ministro della Sanità di nome Speranza ha scritto un libro dal titolo Perché guariremo ma poi ha dovuto ritirarlo perché, insomma, non siamo guariti", è uno dei tanti tweet.

"Comunicare un messaggio come 'Perché guariremo. Dai giorni più duri a una nuova idea di salute', nel mezzo della seconda ondata, quando sei ministro della Salute. Forse no", scrive un utente. "Poteva attendere di fronte allo tsunami che sta per travolgerci", cinguetta un altro. E ancora, "il caso del libro del ministro Speranza, pubblicato, stampato ma di cui è stata bloccata la distribuzione all'ultimo minuto, è un fallimento sotto ogni aspetto: politico, editoriale e comunicativo".

A tenere banco è l'opportunità dell'uscita di un libro che racconta il punto di vista del ministro della Salute sulla pandemia proprio quando è scoppiata la seconda ondata e si parla di lockdown. "Quello che mi fa specie è che Speranza in questo pandemonio abbia trovato il tempo di scrivere un libro", commenta un altro utente social. Alcuni ironizzano anche su una frase ripetuta spesso da Speranza negli interventi pubblici, ovvero che il Governo lavora giorno e notte. Si chiedono, infatti, dove abbia trovato il tempo per scriverlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lo strano caso del libro sul Covid di Speranza: pubblicato e bloccato

Today è in caricamento