rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Politica Venezia

"Il primo che urla Allah Akbar a San Marco lo abbattiamo dopo tre passi"

Le parole del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro. Preoccupazione tra gli addetti ai lavori a pochi giorni dalla Mostra del Cinema

Il terrorismo va battuto “qui in Italia” e a Venezia “stiamo alzando le difese”. Il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro, dal Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini, ha spiegato che “se qualcuno si mette a correre in Piazza San Marco gridando ‘Allah Akbar’ in tre passi lo abbattiamo”.

“Suggerirò ai romagnoli di non cantare ‘Romagna mia’ in San Marco – gli ha risposto ironicamente il sindaco di Rimini, Andrea Gnassi – perché non si sa mai. Anche se non sono sicuro di aver ben capito l’intervento di Brugnaro perché l’ha fatto per metà in veneto”.

Brugnaro ha insistito: “Venezia è l'unica città in Europa che ha arrestato quattro terroristi: volevano mettere una bomba al ponte di Rialto dicendo che volevano andare da Allah. Noi li mandiamo dritti da Allah senza buttare giù il ponte di Rialto”, ha aggiunto ancora il sindaco a margine del dibattito al Meeting dell'Amicizia di Cl.

Parole che hanno destato ironia e un po’ di preoccupazione tra gli addetti ai lavori: quasi una sfida alla vigilia degli importanti appuntamenti - Mostra del Cinema e visita del Presidente della Repubblica - che tra pochissimi giorni vedranno arrivare a Venezia centinaia di personalità da tutto il mondo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il primo che urla Allah Akbar a San Marco lo abbattiamo dopo tre passi"

Today è in caricamento