Proposta M5s: "Diritto di voto a 16 anni"

In una mozione depositata al Senato il Movimento 5 stelle chiede lo spostamento del diritto "ai cittadini che abbiano compiuto 16 anni di età" in un referendum "per decidere se e come modificare la forma di governo e di Stato"

Diritto di voto già a partire da 16 anni. E' questa la richiesta del Movimento cinque stelle che ha depositato una mozione al Senato dove si indica lo spostamento del diritto "ai cittadini che abbiano compiuto, alla data dello svolgimento del referendum, 16 anni di età". Un referendum popolare di indirizzo "nel quale - si legge nel testo della mozione - i cittadini siano chiamati ad esprimersi sull'opportunità di modificare ed in quale modo la forma di governo e di Stato".

Il tutto condotto sulla base di diversi punti: "Un programma comunicativo sui mezzi di informazione, di almeno sei mesi, ad opera dei gruppi parlamentari presenti in Parlamento alla data dell'approvazione del presente atto di indirizzo, in condizione di parità tra i suddetti gruppi, conformemente ai principi del pluralismo, dell'imparzialità, dell'indipendenza, dell'obiettività e della completezza delle informazioni".

Ancora: "Un programma comunicativo sui mezzi di informazione e sulla rete internet, di almeno sei mesi, ad opera degli esperti nell'ambito costituzionalistico, conformemente ai principi del pluralismo, dell'imparzialità, dell'indipendenza, dell'obiettività e della completezza delle informazioni". E, infine, "un programma formativo, di almeno sei mesi, nell'ambito del percorso scolastico ed universitario, di ogni ordine e grado, diretto all'approfondimento degli argomenti oggetto del referendum di indirizzo".

Nella mozione depositata dal M5s si chiede anche la riduzione del numero dei parlamentari e dei consiglieri regionali, la soppressione delle Province, la fissazione del numero massimo di mandati elettorali e maggiori garanzie costituzionali per le opposizioni. 

Si chiede, infine, l'incandidabilità alla carica di deputato e senatore "di coloro che sono stati condannati con sentenza definitiva per delitto non colposo, ovvero a pena detentiva superiore a dieci mesi e venti giorni di reclusione per delitto colposo, oltre che di coloro che ricoprono altri incarichi elettivi".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

Torna su
Today è in caricamento