Martedì, 28 Settembre 2021
Politica Italia

Di Maio resta il capo e rivoluziona il Movimento 5 Stelle

Via il limite dei due mandati, apertura alle liste civiche, ma la guida del movimento resta a Di Maio: "Tra quattro anni il M5s avrà la possibilità di discutere del nuovo capo politico"

Il risultato delle elezioni in Sardegna ma ancor prima quello in Abruzzo hanno aperto un periodo di riflessione nel Movimento 5 stelle. Si era ventilata una crisi di Governo, così come un cambio ai vertici. Niente di tutto questo: Di Maio resta il capo, e lo resterà per altri quattro anni. È lui stesso ad annunciarlo convocando una conferenza stampa che vuole rispondere ai dissidenti interni, ma anche rilanciare un Movimento in crollo di consensi.

"Tra quattro anni il M5s avrà la possibilita di discutere del nuovo capo politico e dell'elezione del nuovo capo politico".

Luigi Di Maio sgombra il campo da ogni ipotesi di dimissioni anche nel caso in cui la sua proposta di riorganizzazione venisse bocciata dagli iscritti.

 "Non ci sarà una nuova anima del Movimento, l'anima resta la stessa ma al governo il movimento cresce, diventa più adulto"

Movimento 5 stelle, ultime notizie

Ma cosa cambierà dunque nel Movimento 5 stelle con la "svolta" proposta dal capo politico Luigi Di Maio? Le innovazioni proposte sono destinante a fare discutere in primis per quella che sembra una picconata alla stella polare del movimento: "Via il limite dei due mandati".

Si inizia dai consiglieri comunali. E almento per ora la rinuncia alla crociata contro il professionismo della politica sembra fermarsi al livello locale, ma nel Movimento sono tanti a pensare che possa aprirsi una crepa nell'anima pentastellata. 

"Un nostro eletto in un Comune - ha spiegato Di Maio - è presidio di legalià e di lotta contro i privilegi e contro la gestione disinvolta. Dobbiamo discutere nuove regole: ad esempio, far sì che il secondo mandato non valga come tale, in modo che i nostri eletti nei Comuni possano pensare di candidarsi al Parlamento e al Consiglio regionale".

In via "sperimentale" il Movimento 5 stelle si aprirà anche alle alleanze con liste civiche. Luigi Di Maio rompe l'altro dogma che fino ad ora aveva contraddistinto l'agire pentastellato. Ma dopo 10 anni di Movimento 5 stelle è da constatare la difficoltà di trovare lo stesso consenso nelle elezioni amministrative come nelle politiche.

Niente direttorio, ma neppure un capo solitario che dovrà dividersi tra due ministeri (lavoro e sviluppo economico) non di certo di poco conto. E allora via a coordinatori regionali e responsabili verticali per temi.

di maio ansa-6-5

La nuova organizzazione del Movimento 5 stelle annunciata da Luigi Di Maio dovrà "filtrare e organizzare le richieste di aiuto da parte dei cittadini".

"Inizia oggi una discussione e ci saranno delle votazioni sulla piattaforma Rousseau"

Di Maio, infine, ha ribadito la compattezza del Movimento, ma ha voluto replicare a coloro che tra i parlamentari 5 stelle oggi dissentono, smentendo dissidi con Beppe Grillo.

"Qualche mese dopo le elezioni politiche in Friuli Venezia Giulia abbiamo preso il 7 per cento. Ma nessuno ha detto che il M5s era in crisi. Le elezioni amministrative non hanno alcun impatto ne' sulla vita del M5s e tanto meno del governo. Non si può cantare la morte del cigno ogni volta che c'è un'elezione amministrativa".

La prossima sfida tuttavia saranno le elezioni europee. Di Maio alza l'asticella: "Dobbiamo raggiungere un obiettivo di non far fare 51% in Parlamento ai socialisti e al Partito popolare Europeo" spiegando che:

"Se queste due vecchie forze politiche cui fanno riferimento il PD e Forza Italia non avranno la maggioranza ci sarà bisogno di un ago della bilancia e il nuovo gruppo che stiamo andando a creare potrà essere uno degli aghi della bilancia del nuovo Parlamento Europeo. Questo è il mio obiettivo".

Insomma a maggio si vota per "cambiare l'Europa per aiutare l'Italia".

"Vogliamo contrastare l'austerity che non ci ha permesso di fare quello che volevamo fare nella legge di bilancio, vogliamo avere ad esempio facoltà di abbassare le tasse agli imprenditori italiani".

Gli argomenti tematici che saranno discussi nella zona di ascolto su Rousseau sono:
– Organizzazione nazionale e locale del MoVimento
– Rapporti con le liste civiche sul territorio
– Nuove regole per i consiglieri comunali
– Temi relativi alle votazioni su Rousseau

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Di Maio resta il capo e rivoluziona il Movimento 5 Stelle

Today è in caricamento