Lunedì, 8 Marzo 2021
Roma

Il Pd scende in piazza contro il governo

Da Renzi a Gentiloni, tutti i big del Partito Democratico sono giunti a Piazza del Popolo per l'evento dallo slogan "Per lʼItalia che non ha paura". L'ex premier: “Incompetenti mettono a rischio l'economia”

Manifestazione Pd a Piazza del Popolo (FOTO ANSA)

'L'Italia che non ha paura': questo lo slogan scelto dal Pd per la protesta contro il governo Lega-M5s.Piazza del Popolo a Roma si è riempita dei manifestanti, tra bandiere tricolore e dell'Unione europea Secondo gli organizzatori dell'evento sono circa 50mila le persone giunte all'evento per manifestare contro il Def venerdì a palazzo Chigi.

'Unità, unità' il coro intonato dai militanti. La piazza che invoca 'unità' fa anche scattare, a favore di telecamere, l'abbraccio tra Matteo Renzi e Paolo Gentiloni. Una risposta, quella dei due dirigenti dem, anche alle voci che li vorrebbero in rapporti non proprio ottimi negli ultimi tempi. Abbraccio pure tra Renzi e Maurizio Martina.

In piazza anche volontari della campagna 'Pd in ascolto' che distribuiscono questionari che verranno utilizzati al Forum nazionale del Pd del 26, 27 e 28 ottobre a Milano.

Dopo il Def ecco la Manovra: 40 miliardi di promesse finanziate "in deficit"

Martina contro il governo Lega-M5s

Intanto Martina su Twitter ha scritto: “Come sempre, la nostra gente ci sa stupire. Soffre e lotta, si mette in gioco e partecipa. Questa piazza è per l’Italia. Grazie”. 

Martina ha parlaro dal palco di Piazza del Popolo: "L’Italia non può essere “governata dall’odio”, i partiti di governo dovrebbero “vergognarsi”. “Rabbia e paura si possono sconfiggere. Non tiene un paese se viene governato dall’odio… Passano il loro tempo a insultare, urlano ‘assassini politici’: vergognatevi. Un paese che ha vissuto il dramma di riformisti uccisi. Andatevi a rileggere la storia, altro che insultare l’opposizione, il Pd”. Poi Martina ha criticato la manovra del governo, “una truffa”, dentro non c’è niente, solo “il conto da pagare alla fine”.

“Stanno preparando tagli alla sanità, alle detrazioni per la famiglia, alla scuola, agli investimenti. Clamoroso assente il Mezzogiorno d’Italia, sparito dall’agenda”. Questo governo sta rubando il futuro, la manovra crea solo “ingiustizia, altro che cambiamento”, ha tuonato ancora Martina. “Caro Di Maio stai abolendo il buonsenso, non la povertà”. “Noi – ha aggiunto – non tifiamo per lo spread, ma abbiamo a cuore il futuro degli italiani. Non mi interessa lo spread ma il mutuo delle famiglie”. Ma vedere i ministri M5s sul balcone di palazzo Chigi è “una vergogna da repubblica delle banane”. “Con la claque sotto dei parlamentari M5s, vergogna”.

Renzi all'attacco

Su Facebook Matteo Renzi ha scritto a sua volta: di fronte ad un “governo di incompetenti” è giusto andare in piazza a manifestare. “In viaggio verso Roma, verso Piazza del Popolo. È giusto stare in piazza contro questo Governo. Questi incompetenti mettono a rischio l’economia. Prendono in giro i loro elettori, perché non manterranno comunque le promesse. Offendono gli altri cittadini, insultando chi la pensa diversamente”.

Bellissima piazza. La destra non si illuda: siamo qui, tantissimi, per l’Italia. Per fermare chi la sta prendendo in giro”, ha scritto anche sul proprio profilo Twitter Nicola Zingaretti, Presidente della Regione Lazio, anch’egli presente in piazza.

E Carlo Calenda, intervistato da InMezz’ora dalla manifestazione, a sua volta ha dichiarato: “Credo che il Pd abbia una chance” di fare un’opposizione costruttiva, perchè “la manovra mette pesantemente a rischio l’Italia: credo che il deficit sarà ben più alto del 2,4% e soprattutto è accompagnata da una retorica che dà il senso di una manovra non fatta per gli italiani ma riassunto dal ‘me ne frego’ di Salvini. Ma è un ‘me ne frego’ coi soldi degli italiani. Il Pd deve avere il coraggio di spiegare una posizione di responsabilità, per tenere in sicurezza il Paese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd scende in piazza contro il governo

Today è in caricamento