rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Politica

Berlusconi in lacrime: "Sono innocente, io non mollo"

Controffensiva di piazza del Popolo della Libertà. L'ex premier: "Negli anni che ancora mi restano continuero' a combattere la nostra battaglia per la democrazia e la libertà"

E' la "controffensiva" di piazza del Popolo della Libertà (anzi, della Forza Italia 2.0 in pectore) a Roma. Lo slogan della manifestazione è "Tutti con Silvio". L'iniziativa ha preso il via con un sit-in in Via del Plebiscito, nei pressi di Palazzo Grazioli (residenza romana di Berlusconi). Gli organizzatori parlavano di ben 500 pullman in arrivo nella Capitale. Sono stati molti meno.

IN GRAN PARTE OVER 50 - Sono in gran parte over 50 le persone che hano assistito al comizio del premier. Presenti anche alcuni ragazzi dei 'giovani della libertà' e della 'Giovane Italia'. Alcune centinaia di persone in tutto. Per ingannare l'attesa gli organizzatori hanno provveduto a diffondere della musica, nella fattispecie un disco dei Police, dagli altoparlanti sistemati per tutta la lunghezza della strada. Tra un brano e l'altro si levano i cori "Silvio Silvio" e "Siamo tutti Berlusconi".Tra i cartelloni piu' visibili quello in cui Berlusconi viene definito ''martire per la libertà'', ma tante sono anche le scritte ''basta con la giustizia politica''. Sul balcone della facciata di Palazzo Grazioli, e' apparso lo stato maggiore del partito con Maurizio Gasparri a sollecitare i manifestanti a mostrare ancora piu' calore nei confronti del leader. Con il vicepresidente del Senato si sono affacciati tra gli altri, Renato Brunetta, Francesco Nitto Palma, Sandro Bondi, Daniela Repetti, Fabrizio Cicchitto, oltre a Luca D'Alessandro e Denis Verdini.

Letta e Napolitano: "Nervi saldi"

L'INTERVENTO DI BERLUSCONI - Alle 18.20 Silvio Berlusconi sale sul palco in via del Plebiscito e parte l'ovazione della folla. Gli applausi vengono soffocati dalle note dell'inno di Mameli che la piccola folla canta a squarciagola.

 "Questa vostra vicinanza e questo vostro affetto mi ripagano di tante pene e di tanti dolori attraverso cui sono passato in questi giorni. Nessuno ci può dire irresponsabili. Se il 4 di agosto di una domenica con 40 gradi all'ombra, con l'asfalto che brucia, dopo ore e ore di viaggio, un mare di gente e' venuta qui per dimostrarmi stima vicinanza e affetto, io mi sento il dovere di impegnarmi ancora con ancora piu' entusiasmo e passione. Abbiamo detto che il governo deve andare avanti ed approvare i provvedimenti economici".

Sit-in Pdl a Roma (Foto da Twitter)

"SONO INNOCENTE" - "Vi devo dire, guardandovi negli occhi come ho fatto con i giudici, che io sono innocente! La magistratura ha tentato di buttarmi fuori per 20 anni dalla politica, ora hanno raggiunto il loro traguardo". ha detto Berlusconi. "Sono passato in questi giorni attraverso le giornate piu' dolorose di tutta la mia vita". Lo ha detto Silvio Berlusconi dal palco di via del Plebiscito. "Ho ripensato a quello che ho fatto come figlio, padre, cittadino e servitore dello Stato, ma mi vedo attraverso le sentenze di questa magistratura come in uno specchio che rimanda un'immagine deformata, che non e' il vero Berlusconi. Io sono innocente, non c'e' mai stata una falsa fatturazione a Mediaset".

[Video] Berlusconi: "Mi impegnerò con ancora più entusiasmo"

"COME UN REGIME" -  "Questa e' una situazione tipica dei regimi. Nella nostra costituzione c'e' scritto che la sovranita' appartiene al popolo e non alla magistratura. "Non possiamo accettare che ci dicano di non criticare le sentenze e di non criticare la magistratura che non e' un potere dello Stato ma un ordine dello Stato, con funzionari che hanno vinto un concorso".

"Prima di tutto viene l'interesse dell'Italia''. Lo ha detto Silvio Berlusconi che, rivolgendosi alla folla di militanti del Pdl raccolti in via del Plebiscito, ha aggiunto: ''L'Italia deve diventare un Paese dove i cittadini non rischiano di vedere calpestata la propria esistenza e liberta'''. ''Continueremo continueremo tutti insieme a combattere questa battaglia di democrazia, per cambiare questo Paese'', ha aggiunto l'ex premier, sottolineando: ''Negli anni che ancora mi restano continuero' a combattere la nostra battaglia per la democrazia e la liberta'''.

LACRIME E COMMOZIONE - La commozione di Silvio Berlusconi l'hanno vista le diverse migliaia di manifestanti gia' alla fine del suo intervento quando era chiaramente toccato dall'affetto del suo popolo. Ma chi ha avuto modo di vederlo mentre rientrava a palazzo Grazioli da un ingresso laterale protetto, ha visto il presidente del Pdl in lacrime, scrivono le agenzie di stampa.

Berluscones in piazza a Roma: "L'Italia rischia una guerra civile"

NESSUN PALCO AUTORIZZATO - Il Campidoglio non ha mai autorizzato un palco per il comizio in via del Plebiscito di Silvio Berlusconi per il semplice motivo che non ha ricevuto una richiesta in proposito. Il sindaco ne ha informato il Prefetto. Il Campidoglio e' e sara' sempre disponibile a valutare ogni richiesta di occupazione di suolo pubblico ma solo seguendo le procedure corrette e rimanendo nell'ambito della legalita', valore a cui questa amministrazione tiene molto''. E' quanto si legge in una nota del Comune di Roma.

"Giustizia o elezioni": Berlusconi minaccia la crisi di governo

A ridosso della facciata principale di palazzo Grazioli, residenza romana di Silvio Berlusconi, sono stati allestiti i banchetti per la raccolta firme dei referendum radicali sulla giustizia. Il Pdl da settimane, infatti, aveva annunciato una mobilitazione per sostenere i referendum radicali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berlusconi in lacrime: "Sono innocente, io non mollo"

Today è in caricamento