rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica Italia

Renzi riparte da un blog, un libro e un viaggio in pullman: è già campagna elettorale

Aveva detto a Beppe Grillo di "uscire dal Blog" ma per l'ex presidente qualcosa deve essere cambiato se ora è proprio lui ad aprirne uno: iconografia vintage, cromia anni '50. Di incassare la sconfitta e cambiare vita non se ne parla: "Prima o poi, torna"

Aveva detto a Beppe Grillo di uscire dal Blog, ma per Matteo Renzi qualcosa deve essere cambiato se per la rincorsa verso le nuove elezioni anche il segretario del Partito Democratico ha scelto la stessa strategia del leader pentastellato. Così il nuovo Renzi si reinventa blogger e lo fa con una iconografia un po' vintage: cromia anni '50, gigantografia su sfondo azzurro, il tricolore relegato come una spilletta sulla sottolineatura della firma. 

Di incassare la sconfitta e cambiare vita, come aveva annunciato prima di perdere clamorosamente il referendum sulla Riforma Costituzionale il 4 dicembre scorso, non se ne parla: Renzi ricomincia da un blog

Dopo una stagione costellata di tweet "arrivo, arrivo" e di una politica in diretta su Facebook, il "rottamatore rottamato" inaugura un periodo forse più lento, anzi slow come suggeritogli dal suo grande amico Oscar Farinetti.

La piattaforma scelta dell'ex presidente del consiglio è "Medium" un ibrido tra un social e una piattaforma di blogging, creato dal cofondatore di Twitter Evan Williams, e a cui forse Renzi porterà notorietà anche nel Bel Paese visto che in Italia non è di certo la piattaforma più usata. Caratteristica distintiva è infatti l’approfondimento: ai lettori è data la possibilità di evidenziare le frasi più importanti, commentarle, aprire delle discussioni. Uno spazio per chi vuole riflettere su dei temi: il tempo di permanenza su ogni testo pubblicato su Medium è di 7 minuti. Quasi sei minuti in più rispetto alla media degli altri contenuti di testo in rete e l'aumento dei lettori, e della loro "qualità" è la base del successo della piattaforma. 

"Prima o poi, torna". Che le sue vacanza forzate siano indigeste a Renzi è tutt'altro che un mistero: a Pontassieve così come nelle sue trasferte romane al Nazareno, l'ex premier si dedica alla riorganizzazione della segreteria del Pd e a preparare quello che sembra già una campagna elettorale: il viaggio in pullman per l'Italia, un libro in uscita e un incontro pubblico in programma sabato a Rimini.

"Ci sono molti modi di cominciare. E di ricominciare - esordisce -. Chi è cresciuto con l’esperienza scout sa che il modo più bello è mettersi in cammino". Non solo fisico: "Ci sono milioni di italiani - prosegue - che hanno un’idea chiara e bella del futuro dell’Italia. Con tutte le difficoltà che nessuno vuole negare. Questi milioni di italiani non si arrendono alla rassegnazione. Io voglio camminare con loro".

Renzi non si autoassolve ma guarda avanti: "Questo Blog non è pensato per i reduci - sottolinea - Perché nel tempo dell’insulto e dello scontro, è bello dialogare. È bello essere civili, senza sciacallaggi, polemiche, odio ad personam. Noi siamo quelli che fanno politica per qualcosa, non contro qualcuno". 

"Vi aspetto in giro per l'Italia. Ma vi aspetto anche qui, con i vostri commenti, contributi, idee". Un think tank per dirla alla americana da far nascere in Rete, un espediente non di certo originale a cui tutti ora sembrano voler saltare in sella per ricucire uno scollamento tra politica e paese reale sempre più evidente e pericoloso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi riparte da un blog, un libro e un viaggio in pullman: è già campagna elettorale

Today è in caricamento