Venerdì, 22 Ottobre 2021
Alta tensione

Meloni si sente sotto attacco: "Vogliono farci fuori"

Dopo le violenze di Forza Nuova a Roma, è alta tensione fra Fratelli d'Italia e la sinistra, che chiede a tutti di sottoscrivere una mozione per sciogliere i neofascisti

Dopo i fatti di Roma, che hanno visto militanti di Forza Nuova e manifestanti no Pass assediare la sede della Cgil, è quasi subito scontro politico fra la sinistra che chiedere alla destra di prendere le distanze e quest’ultima che non accetta patenti di democraticità. Quasi subito perché in effetti c’erano anche stati esponenti di Fratelli d’Italia a prendere immediatamente la distanza da chi fa violenza dichiarandosi fascista, fra cui Fabio Rampelli e Guido Crosetto.

Ma poi è arrivata la tanica di benzina sul fuoco, non da parte di uno qualsiasi, ma del vice segretario del Partito Democratico Peppe Provenzano, per cui “la Meloni aveva un’occasione: tagliare i ponti con il mondo vicino al neofascismo, anche in Fdi. Ma non l’ha fatto. Il luogo scelto (il palco neofranchista di Vox) e le parole usate sulla matrice perpetuano l’ambiguità che la pone fuori dall’arco democratico e repubblicano”. Dunque Fratelli d’Italia fuori dalla legalità? La reazione è immediata. La prima a intervenire è Giorgia Meloni, per cui Provenzano “vorrebbe sciogliere il primo partito italiano (oltre che l’unica opposizione al governo). Spero che Letta prenda subito le distanze da queste gravissime affermazioni che rivelano la vera intenzione della sinistra: fare fuori Fratelli d’Italia”.

Dunque a pochi giorni dal secondo turno delle elezioni comunali, Giorgia Meloni e Fratelli d’Italia si sentono accerchiati. Anche perché ogni giorno sembra essercene una dopo le parole di Michetti sulla Shoa e le inchieste sulla presunta “lobby nera” di FanPage. Così arriva anche Salvini in aiuto. Secco è Matteo Salvini: “Il vice-segretario del Pd taccia ed eviti di dire idiozie, non è certo lui che può dare patenti di democrazia a nessuno. Fascismo e comunismo per fortuna sono stati sconfitti dalla Storia, e non ritorneranno”.

Alla fine Provenzano fa marcia indietro e spiega poco dopo che non ha nessuna intenzione di proporre lo scioglimento di Fratelli d’Italia: “Nessuno si sogna di dire che FdI è fuori dall’arco parlamentare o che vada sciolta. Ma con l’ambiguità nel condannare matrice fascista si sottrae all’unità necessaria forze democratiche. Sostengano di sciogliere Forza Nuova”.

Alla fine si può dire che ci sia stato un chiarimento, ma che le posizioni restano molto divise, tra una sinistra che sembra voler mettere all’angolo la Meloni chiedendole di sottoscrivere una mozione per sciogliere Forza Nuova e una destra che si sente doppiamente danneggiata e che non ci sta a rendere conto ai propri avversari politici.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni si sente sotto attacco: "Vogliono farci fuori"

Today è in caricamento