rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
tentativi di dialogo

Meloni incontra le opposizioni su salario minimo, Schlein: "Non sia sceneggiata agostana"

L'esecutivo punta a spegnere le polemiche. L'invito è stato prontamente accolto dalla segretaria del Pd, Elly Schlein

La porta non è ancora chiusa e i tentativi di dialogo tra governo e opposizioni sul salario minimo vanno avanti. E ora c'è anche una data, che anticipa la discussione rinviata a settembre od ottobre, dopo la decisione della Camera di sospendere l'esame della proposta di legge dell'opposizione per un periodo di sessanta giorni. 

Appuntamento fissato all'11 agosto

Ora la data è cerchiata di rosso sul calendario: l'incontro tra Giorgia Meloni e le opposizioni si terrà l'11 agosto alle ore 17. L'appuntamento, a quanto si apprende, è stato comunicato alle opposizioni nell'invito formale giunto oggi, 8 agosto, da Palazzo Chigi, dal sottosegretario Mantovano a nome della Presidente del Consiglio. "Nel pomeriggio di venerdì 11 agosto una delegazione del governo, guidata dalla presidente del consiglio, incontrerà le forze politiche di opposizione per ascoltare le proposte da loro articolate sul salario minimo, in spirito di costruttivo rapporto istituzionale", ha detto all'Ansa il sottosegretario Alfredo Mantovano, confermando le indiscrezioni che circolavano da giorni. 

La replica della segretaria dem

L'invito è stato prontamente accolto dalla segretaria del Pd, Elly Schlein, nonostante l'evidente scetticismo sui possibili esiti dell'interlocuzione a Palazzo Chigi. "Noi siamo disponibili a questo confronto a patto che non sia uno specchietto per le allodole e che non sia una sceneggiata agostana fatta sulla pelle di lavoratrici e lavoratori", sostiene la leader dem in un video pubblicato sui social, per rispondere affermativamente alla proposta di incontro da parte del governo. 

Il timore c’è, perché, come dice la segretaria del Pd, il governo ha sì dato la sua disponibilità ad affrontare il tema caro alle opposizioni, ma lo ha fatto dopo aver scelto "di rimandare la discussione di due mesi su una misura tanto attesa da tre milioni e mezzo di lavoratoti poveri". E ancora: "Lo fanno adesso questo incontro, in un momento in cui il Parlamento è chiuso e hanno fatto ieri (7 agosto, ndr.) l'ultimo consiglio dei ministri. Ma noi siamo pronti a tornare in Parlamento anche domani per riuscire ad approvare la nostra proposta", sottolinea Schlein.

Per la leader dem, non vanno dimenticate le stoccate della maggioranza di centrodestra, come quella del vicepremier Antonio Tajani che ha definito il salario minimo "una misura sovietica o una forma di assistenzialismo". 

Nelle intenzioni della segretaria del Pd c'è anche la volontà di incalzare l'esecutivo sull’alluvione in Emilia Romagna e sul caso di De Angelis, scoppiato dopo le dichiarazioni negazioniste sulla strage di Bologna: "Ci aspettiamo atti conseguenti e risposte, anche sui ristori per famiglie e imprese colpite dall'alluvione e dalle frane in Emilia-Romagna e sulle mancate dimissioni di De Angelis", è l'auspicio della segretaria dem.

L'assenza di Matteo Renzi

Il confronto sul salario minimo è stato accolto con favore dal M5S, anche se contesta la decisione del governo di convocare un incontro proprio ad agosto: "Dal Governo un maldestro tentativo di mettere una toppa, come sulla tassa sugli extraprofitti che il M5S propone da mesi o come sull’ignobile sms dell'Inps da cui il Governo ha dovuto frettolosamente prendere le distanze dopo i danni provocati", conclude la nota del partito. Saranno presenti all'incontro anche +Europa e Verdi e Sinistra Italiana.

Fa rumore, invece, l'assenza di Italia Viva, che ha confermato la sua volontà di non partecipare alla riunione a Palazzo Chigi. "IV ha già presentato i propri emendamenti alla proposta di legge Conte e li discuterà in Aula", precisa una nota del partito guidato da Matteo Renzi. 

Continua a leggere su Today.it...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meloni incontra le opposizioni su salario minimo, Schlein: "Non sia sceneggiata agostana"

Today è in caricamento