rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Politica Germania

Migranti, Merkel: "Italia e Grecia non possono essere lasciate sole"

"Tutti in Europa devono accettare che il vecchio sistema-Dublino non è sostenibile. Non è possibile che la Grecia o l'Italia da sole debbano sopportare tutti gli oneri solo perché la loro posizione geografica è quella che è"

"Tutti in Europa devono accettare che il vecchio sistema-Dublino non è sostenibile. Non è possibile che la Grecia o l'Italia da sole debbano sopportare tutti gli oneri solo perché la loro posizione geografica è quella che è". E' la posizione espressa dalla cancelliera tedesca Angela Merkel in una intervista alla Welt am Sonntag alla vigilia del vertice di Parigi che si svolgerà domani con la partecipazione dei capi di governo e di Stato di Francia, Italia e Spagna sulla Libia.

Merkel insistendo sulla bocciatura del regolamento di Dublino ha ribadito la necessita delle quote di rifugiati da distribuire in tutti i Paesi europei "in modo solidale".

"Sostenere guardia costiera libica"

La cancelliera tedesca Angela Merkel ritiene che la Guardia costiera libica debba essere sostenuta nei suoi sforzi per contrastare il flusso di migranti diretti verso l'Europa ma ha anche avvertito che non saranno tollerate violazioni dei diritti umani.

Parlando alla vigilia del summit di Parigi sulla Libia, in un'intervista alla Welt am Sonntag, Merkel ha spiegato che i guardiacoste libici devono essere attrezzati con "l'equipaggiamento necessario per fare il loro lavoro" ma "allo stesso tempo, e questo di certo lo riteniamo di estrema importanza, la Guardia Costiera della Libia deve attenersi alle leggi internazionali, sia nella gestione dei rifugiati e dei migranti, sia con le ong". Merkel ha poi aggiunto che "non possiamo consentire il business dei trafficanti che hanno così tanti morti sulla costienza".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, Merkel: "Italia e Grecia non possono essere lasciate sole"

Today è in caricamento