rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Firenze

Migliaia in piazza contro il fascismo, applausi per Schlein

Al corteo organizzato dai sindacati migliaia di persone tra giovani, studenti e lavoratori. La segretaria del Pd: "Con sinistra e 5 Stelle lavorare insieme per battaglie fondamentali"

"Siamo tutti antifascisti". È questo il messaggio lanciato dal corteo di Firenze nel contesto della manifestazione 'Difendiamo scuola e Costituzione' indetta dai sindacati. Oltre diecimila persone secondo la Questura, di più secondo gli organizzatori, hanno partecipato tra bandiere di Pd, Cgil e arcobaleno, numerosi striscioni e un servizio d'ordine imponente avanzano in testa i sindacati, poi dietro istituzioni, partiti e un tanti giovani e lavoratori "per dire no a una violenza squadrista da condannare senza se e senza ma, per ribadire che l'affermazione e la difesa dei valori della Costituzione nata dalla Resistenza costituiscono un preciso dovere per tutta la comunità scolastica e per quanti a diverso titolo vi agiscono".

Il corteo è stato organizzato in risposta all'aggressione avvenuta avanti al liceo 'Michelangiolo' il 18 febbraio due alunni sono stati picchiati da sei giovani del gruppo di estrema destra Azione Studentesca, ora indagati dalla magistratura. I Il corteo è partito da piazza Santissima Annunziata e dopo aver sfilato per le vie del centro storico sta progressivamente raggiungendo piazza Santa Croce dove è stato allestito un palco per gli interventi. Applausi al suo arrivo a Elly Schlein la prima uscita pubblica della neo eletta segretaria del Partito Democratico, a cui sono state riservate strette di mano e urla di incoraggiamento e diverse richieste di selfie. Alcuni studenti al suo arrivo hanno anche intonato Bella Ciao. Schlein ha partecipato al corteo sfilando con il sindaco Dario Nardella e il segretario della Cgil Maurizio Landini. Tra i partecipanti anche il leader del Movimento 5 stelle Giuseppe Conte, il segretario di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni e quello dei Verdi, Angelo Bonelli.

"Sono molto felice che ci sia qui una grande delegazione del Pd, che ci sia il M5s, che ci siano altre forze civiche e della sinistra ecologista. Credo che sia un bel segnale. Su alcune battaglie fondamentali, come abbiamo sempre detto, noi dobbiamo lavorare insieme", ha detto Schlein. "È una giornata meravigliosa, una grande risposta a difesa della scuola, a difesa dei valori costituzionali", ha commentato ancora la segretaria del Pd, secondo cui "il messaggio di oggi da questa piazza è chiaro, quei metodi violenti non passeranno, quei metodi squadristi non passeranno, troveranno questo cordone di solidarietà umana a difesa della scuola come presidio di cultura antifascista, come primo grande luogo di emancipazione sociale, di contrasto ad ogni forma di diseguaglianza, di contrasto alla povertà educativa". La manifestazione indetta dai sindacati in difesa della scuola e la Costituzione "è la più bella risposta che si può dare a chi pensa e pratica atti squadristi e di violenza, a chi vuole tornare indietro. La democrazia va difesa e praticata e i valori della nostra Costituzione debbono essere realizzati", ha detto Landini.

Presenti alla manifestazione centinaia di docenti e presidi non solo fiorentini ma provenienti da ogni parte d'Italia per manifestare "contro ogni forma di violenza e in solidarietà alla collega Annalisa Savino", preside del liceo 'Leonardo Da Vinci', dopo l'attacco del ministro dell'Istruzione, Giuseppe Valditara, perché la professoressa aveva scritto una lettera agli studenti della sua scuola per mettere in guardia dai rischi di un risorgente fascismo, dopo l'aggressione al Michelangiolo. "Questa manifestazione è un segnale forte e significativo. Noi abbiamo condiviso il documento della nostra preside e non credevamo che sarebbe successo tutto questo, non era il nostro scopo. Come educatori volevamo mandare un messaggio ai nostri studenti di essere partecipi, di non essere passivi davanti a questi fatti. E anche venire qui oggi è fatto per dare un messaggio ai nostri alunni perché non solo li devi sollecitare, ma le cose gliele devi anche far vedere", ha detto Patrizia Bonanni, docente del liceo da Vinci, tra i manifestanti.

C'era anche uno striscione con scritto 'Con Alfredo, contro il 41 bis' tra quelli esposti da partecipanti allo spezzone del corteo di Firenze antifascista che si è poi riunito alla manifestazione indetta dai sindacati a difesa della scuola e della Costituzione. Diversi gli striscioni esposti dalla galassia antagonista che ha espresso solidarietà agli studenti aggrediti ma specificando: "Non ci stiamo a essere descritti come povere vittime e non ci stiamo neanche a fare in modo che quell'aggressione venga strumentalizzata e venga utilizzata come se fosse un fulmine a ciel sereno, come se già non ci fossero in questo Paese segnali dell'avanzata dei fascisti grazie alle legittimazione delle istituzioni democratiche". Diverse centinaia le persone presenti nello spezzone, sotto le sigle Firenze Antifascista, Sinistra Europea Partito di Rifondazione comunista, Potere al popolo, Centro sociale autogestito, Cpa ed altre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliaia in piazza contro il fascismo, applausi per Schlein

Today è in caricamento