Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

 Migranti, l'Austria fa dietrofront: “Niente esercito al Brennero”

La conferma arriva dal cancelliere austriaco Kern: “Non stiamo eseguendo controlli, il dispiegamento al confine con l'Italia non è imminente”

Niente esercito al confine tra Italia e Austria. Il governo di Vienna ha reso noto di non aver effettuato alcun controllo alla frontiera del Brennero con i militari. “Il dispiegamento al confine italiano non è imminente - ha precisato il cancelliere Christian Kern -  Nessun carro armato salirà sul Brennero”. Al momento non ci sono né truppe né apparecchiature militari al Brennero; anche se l’Austria ha predisposto un piano di emergenza nel caso ce ne sia la necessità. Secondo il ministro della Difesa, Hans Peter Doskozil, sono state già trasferite nel Tirolo attrezzature pesanti.

LA RISPOSTA DI PALAZZO CHIGI Fonti di Palazzo Chigi prendono atto della correzione di rotta da parte del governo austriaco rispetto all’ipotizzato dispiegamento di uomini e mezzi al confine del Brennero. La collaborazione tra le forze di polizia – sottolineano le stesse fonti – produce ottimi frutti e si basa sul rispetto da entrambe le parti delle regole europee, senza alcun bisogno di truppe o mezzi militari da schierare alla frontiera. Questa mattina – riferiscono ancora fonti di Palazzo Chigi – il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, ha avuto un colloquio telefonico con il Cancelliere austriaco Christian Kern.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

 Migranti, l'Austria fa dietrofront: “Niente esercito al Brennero”

Today è in caricamento