rotate-mobile
Venerdì, 3 Febbraio 2023
Politica Milano

Milano candidata italiana a sede dell'Agenzia europea del farmaco

L'Aula del Senato ha approvato quattro mozioni che impegnano il Governo a sostenere e favorire la candidatura di Milano a sede Ema, dopo che a causa del Brexit questa lascerà il Regno Unito

L'Aula del Senato ha approvato pressoché all'unanimità quattro mozioni sulla candidatura della città di Milano a sede dell'Agenzia europea del farmaco, l'Ema (European Medicines Agency). Le mozioni sono state presentate dai senatori Andrea Mandelli (Forza Italia), Stefano Candiani (Lega), Emilia Grazia De Biasi (Pd, presidente della commissione Salute) e da Lucio Barani (Ala).

Il contenuto delle quattro mozioni è sostanzialemte identico e mira a impegnare il Governo a sostenere e favorire la candidatura di Milano a sede Ema, dopo che a causa del Brexit questa lascerà il Regno Unito.

La mozione che ha ricevuto più voti favoprevoli è quella Barani con 205, segue quella Candiani con 201, poi la De Biasi con 200 e infine quella Mandelli con 199 sì

"Se vince Milano, vince l'Italia e credo che questo punto debba renderci orgogliosi e uniti". Emilia Grazia De Biasi, presidente della commissione Sanità del Senato, e prima firmataria di una mozione unitaria per appoggiare la candidatura di Milano come sede dell'Ema, manifesta la sua "grande soddisfazione" per l'unità espressa dell'aula del Senato sulla questione.

"Stiamo compiendo un atto importante- sottolinea De Biasi nel suo intervento- perche' la candidatura avanzata dall'Italia per avere nel Paese e, segnatamente, a Milano la sede dell'Agenzia regolatoria europea del farmaco sia un impegno che coinvolge l'intero Parlamento". Il Governo, ha poi ricordato la senatrice, "ha gia' iniziato da tempo un'azione importante di promozione della candidatura dell'Italia e di Milano per Ema. È importante che l'abbia fatto il Governo e continui a farlo con una diplomazia ministeriale incessante; e' importante pero' che si agisca anche con una diplomazia parlamentare. Da questo punto di vista, la formazione di un intergruppo parlamentare italiano ed europeo in grado di promuovere nelle sedi parlamentari la candidatura dell'Italia e' un fatto rilevante, che vorrei noi cogliessimo in tutta la sua portata". Infine, conclude la presidente della commissione Sanita', "importante, e costituisce anche una novita', e' il fatto che sta agendo anche e finalmente una diplomazia dell'impresa e delle aziende per favorire il successo della candidatura dell'Italia e di Milano". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Milano candidata italiana a sede dell'Agenzia europea del farmaco

Today è in caricamento