Domenica, 18 Aprile 2021

Il ritorno di Mimmo Lucano a Riace: "Affronterò il processo da persona libera"

L'ex sindaco di Riace, accusato di presunti illeciti nella gestione dell'accoglienza dei migranti e della gestione dei rifiuti, torna nel suo paese. L'intervista di Cosmano Lombardo, ideatore del Web Marketing Festival

Mimmo Lucano, foto Ansa

Per le strade del paese, nel centro di Riace (in provincia di Reggio Calabria), gli abitanti si affacciano dalle finestre per dare il bentornato al loro ex sindaco. "Ci sono stati due rientri. Salvini a casa, Lucano a casa". Ironizza così Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, nel giorno del rientro al suo paese dopo la revoca del divieto di dimora da parte del Tribunale di Locri. Mimmo Lucano torna nel suo paese alle 16.00 del 5 settembre e rilascia un’intervista ai microfoni del Web Marketing Festival dopo pochi minuti di fronte l'abitazione di suo padre, la sua prima e la più importante tappa del viaggio di ritorno alla normalità che l'ex sindaco e la sua comunità attendevano da ormai undici mesi.

Il suo volto, così come quello di Riace, mostra una serenità da tempo turbata dalle vicende giudiziarie che hanno investito il paese calabrese e il suo sindaco, accusato di presunti illeciti nella gestione dell'accoglienza dei migranti e della gestione dei rifiuti. "Io ho avuto prova di un'umanità che non si rassegna a questa deriva di perdita della dimensione umana, di cattiveria e di odio razziale. Ho pensato che c'è un mondo che si ribella, non c'è un'unica dimensione: per me è stato un sollievo, anche con la consapevolezza della mia vicenda giudiziaria", confessa Mimmo Lucano durante l'intervista condotta da Cosmano Lombardo, CEO di Search On e ideatore del Web Marketing Festival.

"Voglio ringraziare tutte le persone che ho conosciuto in questi mesi in Italia, in Europa e nelle grandi città che ho visitato. E poi voglio ringraziare anche i miei avvocati: non immaginavo che ci fosse questo coinvolgimento emotivo da parte loro. Non smetterò mai di ringraziarli per il loro sostegno e la professionalità", ha specificato Lucano.

"Non ho rancori e non voglio vendetta: accetto con orgoglio l'esito di questo processo, che ora affronterò da persona libera. E saremo sempre in prima linea per poter contrastare le derive di disumanità e per dire che esiste un'altra dimensione: quella della fraternità".

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ritorno di Mimmo Lucano a Riace: "Affronterò il processo da persona libera"

Today è in caricamento