Domenica, 28 Febbraio 2021

Governo Conte, tutto gira intorno a Savona: il "totoministri" oggi entra nel vivo

Il premier incaricato lavora alla lista dei ministri: dovrà mostrare doti diplomatiche per far convivere le "richieste legastellate" e il punto di vista di Mattarella

Il Presidente del consiglio incaricato Giuseppe Conte lascia la Camera dei Deputati dopo la giornata di consultazioni, Roma 24 maggio 2018. ANSA/FABIO FRUSTACI

Il premier incaricato Giuseppe Conte sta lavorando alla lista dei ministri: dovrà mostrare tutte le sue doti diplomatiche per far convivere le "richieste" di Luigi Di Maio e Matteo Salvini e il punto di vista, essenziale, del capo dello Stato. Il nodo principale resta l'Economia: la poltrona di ministro del Tesoro è quella più significativa, e i "legastellati" fanno quadrato intorno al nome di Paolo Savona. Il Quirinale però non ha alcuna intenzione di accettare "diktat" da nessuno.

Governo, ultime notizie

"Non entro nel merito delle singole personalità, però posso dire che l'uscita dall'euro per l'Italia sarebbe incostituzionale. Dunque il presidente dovrebbe opporsi alla nomina di chi si ripromette questo". Lo afferma Ugo De Siervo, presidente emerito della Corte costituzionale, parlando in una intervista a 'La Repubblica' proprio del caso dell'economista Savona, che la Lega vorrebbe ministro dell'Economia.

Premier ma non eletto dagli italiani: così il Colle governa l'Italia

Il ruolo essenziale di Sergio Mattarella

Quali sono i principi che il capo dello Stato deve garantire in questa fase? "L`unità della nazione prima di tutto - spiega De Siervo - e la credibilità delle istituzioni, perché la carica va portata 'con onore e disciplina'. Poi c`è la stabilità economica e finanziaria del Paese, che potrebbe essere compromessa, ad esempio, da un ministro che mettesse in pericolo il risparmio degli italiani, il sistema bancario, tutelati dall`articolo 47".

Salvini: "L'Europa ci chiede 10 miliardi di nuove tasse"

"Il ruolo del presidente della Repubblica è essenziale e non può essere superato - conclude il presidente emerito della Consulta -. Se non si trovasse un accordo, cosa che non è mai accaduta, il presidente non potrebbe in alcun modo essere costretto. Se ci fosse un dissenso insanabile su un ministro, potrebbe non nominare il governo".

Totoministri Conte, ultime notizie

Per Di Maio "la squadra di governo è già delineata con la Lega. E tra i nomi c'è quello del professor Savona". Tutto gira intorno a Savona. Grillini e leghisti sono tornati a insistere sull'economista euroscettico. Salvini più di Di Maio, ma il capo politico del M5s sa che deve concedere quel dicastero al Carroccio per poter arrivare lui stesso al Mise (Ministero Sviluppo Economico): ministero, quest'ultimo, che Luigi Di Maio ha ampiamente 'prenotato' per i 5 Stelle e che vorrebbe accorpare a quello del Lavoro.

Il vicesegretario leghista Giancarlo Giorgetti è la carta di riserva per il Tesoro, ma sembra il profilo perfetto per il ruolo di sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Un cambio di rotta di Giorgetti, però, potrebbe generare altri 'buchi' a cascata.

Il centrodestra non esiste più: altro che "astensione benevola"

Per la Difesa salgono le quotazioni della docente universitaria Elisabetta Trenta, mentre a guidare l'Ambiente potrebbe essere chiamato l'ex comandante dei forestali Sergio Costa. Al timone di Beni culturali e Turismo, invece, restano secondo AdnKronos in pole i nomi del pentastellato Emilio Carelli e del leghista Gian Marco Centinaio.

Alla Giustizia il nome giusto sembra essere quello di Alfonso Bonafede (M5s). Nessuno dubita più che Salvini sia destinato invece al Viminale.

Le tappe del nuovo governo

Altro nodo diificilmente risolvibile a breve sembra essere quello delle Infrastrutture: sembrava un ministero destinato a Laura Castelli, ma la pentastellata rischia di saltare a causa delle sue posizioni no Tav, non gradite alla Lega. Per gli Esteri salgono le quotazioni dell'ambasciatore in Qatar, Pasquale Salzano: ma la Farnesina sarà l'ultimo dei problemi per la formazione del Governo: né Lega né M5s faranno muro per imporre uno dei "loro".

Elezioni, in 7 Comuni non si candida nessuno: "Fare il sindaco è un mestiere difficile"

La lettera di Paolo Savona

"La polemica scomposta che si è svolta intorno alla mia candidatura mi ha convinto che, venissi o meno nominato Ministro dell'economia e della finanza, sarebbe stato meglio che mi ritirassi dalla presidenza di Euklid potendo rappresentare un ostacolo al decollo dell'iniziativa". E' quanto afferma l'economista Paolo Savona in una lettera al Direttore de Il Sole 24 Ore.

"Caro Direttore, leggo sul tuo illustre quotidiano che il Presidente Mattarella sarebbe irritato per le motivazioni alle mie dimissioni da Euklid LTD, l'innovativa società di gestione del risparmio creata da miei giovani allievi, alla quale ho dedicato gli ultimi due anni della mia attività di studio e professionale" scrive Savona. "La polemica scomposta che si è svolta intorno alla mia candidatura mi ha convinto che, venissi o meno nominato Ministro dell'economia e della finanza, sarebbe stato meglio che mi ritirassi dalla presidenza di Euklid potendo rappresentare un ostacolo al decollo dell'iniziativa".

Savona all'Economia? Il ministero chiave preoccupa Mattarella e l'Europa

"Forse sono troppo coscienzioso per i tempi che corrono - prosegue l'economista -. Spero e penso che il Presidente Mattarella sia all'oscuro di quanto affermato da ambienti a lui vicini. Non ho affermato che le dimissioni fossero dovute a impegni di governo, ma impegni pubblici; se esiste un altro modo per definire il mio coinvolgimento nelle vicende politiche in corso ho avuto torto e me ne scuso pubblicamente".

Salvini lancia messaggi al centrodestra

Sui temi interviene invece il segretario della Lega Matteo Salvini. Che su Twitter posta: "La flat tax in Italia può funzionare". E poi in una diretta Facebook continua a difendere l'idea di Savona come ministro dell'Economia. E sull'ter delle consultazione, dice: "Avrei preferito un governo di centrodestra, ma Mattarella non ce l'ha permesso", assicurando poi che proprio i temi del centrodestra sono al centro del programma di governo. "Il centrodestra, Forza Italia e Fratelli d'Italia, abbiano fiducia".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Governo Conte, tutto gira intorno a Savona: il "totoministri" oggi entra nel vivo

Today è in caricamento