rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Legge elettorale

Legge elettorale, Napolitano alle Camere: "Riforma non più rinviabile"

Il presidente della Repubblica scrive a Fini e Schifani: "E' tempo di muoversi, ne discutano le Camere e non i partiti". Quindi il consiglio: "Decisione anche a maggioranza".

La riforma della legge elettorale non è più rinviabile. Lo scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ai presidenti di Senato e Camera. La presentazione di una o più proposte, scrive, è "oramai opportuna e non rinviabile".

"Stanno purtroppo trascorrendo le settimane senza che si concretizzi la presentazione alle Camere - da parte dei partiti che hanno da tempo annunciato di voler raggiungere in proposito un'intesa tra loro - di un progetto di legge sostitutivo di quella vigente per l'elezione della Camera dei Deputati e del Senato", ha scritto Napolitano ai presidenti delle Camere.

"Debbo ricordare che su questa materia (e più in generale su quella di possibili modifiche istituzionali) consultai nel gennaio scorso i rappresentanti di tutte le forze politiche presenti in Parlamento, ricevendone indicazioni largamente convergenti anche se non del tutto coincidenti a favore di una nuova legge elettorale".

"Mi auguro - è stato l'auspicio del capo dello Stato - che l'autorevole opinione dei Presidenti delle Camere, nel loro continuo rapporto con i Presidenti dei gruppi parlamentari, possa concorrere a sollecitare la oramai opportuna e non rinviabile presentazione in Parlamento di una o più proposte di legge elettorale, anche rimettendo a quella che sarà la volontà maggioritaria delle Camere la decisione sui punti che non risultassero oggetto di più larga intesa preventiva e rimanessero quindi aperti ad un confronto conclusivo".

"Confronto che è bene non resti ulteriormente chiuso nell'ambito di consultazioni riservate tra partiti", ha concluso Napolitano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Legge elettorale, Napolitano alle Camere: "Riforma non più rinviabile"

Today è in caricamento