Venerdì, 24 Settembre 2021
NEGAZIONISMO / Italia

Il negazionismo della Shoah e degli altri genocidi sarà presto reato

Il plauso della comunità ebraica romana: "Una grande medicina per inchiodare gli spacciatori dell'odio e per dare serenità agli ultimi sopravissuti"

La commissione Giustizia del Senato, con una larga maggioranza, ha approvato ieri il ddl che istituisce il reato di negazionismo, che potrà essere introdotto nell'art. 414 del codice penale che già prevede il reato di apologia, punibile con la reclusione da uno a cinque anni. Nell’emendamento si legge che "fuori dai casi di cui all’art.302, se l’istigazione o l’apologia di cui ai commi precedenti riguarda delitti di terrorismo, crimini di genocidio, crimini contro l’umanità o crimini di guerra, la pena è aumentata della metà. La stessa pena si applica a chi nega l’esistenza di crimini di genocidio o contro l’umanità". Un testo ampio, che non si limita al solo sterminio degli ebrei perpetrato dai nazisti e dai loro collaboratori nei vari paesi nel corso della Seconda Guerra Mondiale, e che viene approvato in una data fortemente simbolica, quella dei funerali del boia delle Fosse Ardeatine, Erich Priebke, e alla vigilia dell'anniversario del rastrellamento del Ghetto di Roma.

E' questo il primo passo di un percorso che avvicinerà l'Italia alle democrazie che hanno già introdotto simili norme per contrastare il sempre più inquietante fenomeno: in alcuni paesi (Austria, Belgio, Francia, Germania) è reato la negazione della Shoah, mentre in altri (Israele, Portogallo e Spagna) viene punita la negazione di qualsiasi genocidio. Norme antinegazioniste sono state introdotte anche nella legislazione di Australia, Nuova Zelanda, Svezia, Lituania, Polonia Repubblica Ceca, Slovacchia, e Romania.

"IO, SOPRAVVISSUTO ALLA SHOAH"

LE REAZIONI DELLA COMUNITA' EBRAICA ROMANA

"L'introduzione del reato di negazionismo ci consente di allinearci agli altri Paesi europei ed è una grande medicina per inchiodare gli spacciatori dell'odio e per dare serenità agli ultimi sopravissuti", ha commentato il presidente della comunità ebraica di Roma, Riccardo Pacifici. "Abbiamo gruppi neonazisti - ha sottolineato Pacifici - che hanno il coraggio di esporsi, mettendoci la faccia.. Ma se la Camera approverà il disegno di legge sul negazionismo credo che non potranno più permettersi impunemente di spacciare odio e di negare La Shoah". "E' molto importante, ed è molto importante che l'approvazione sia stata all'unanimità, è quello che li inchioderà alle loro responsabilità".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il negazionismo della Shoah e degli altri genocidi sarà presto reato

Today è in caricamento