rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Politica Italia

Il nuovo partito di Calenda si chiama Azione (simile a +Europa, a destra del Pd)

Un partito "ponte" tra le anime liberali e socialiste, a prova di figuracce: l'ex Ministro ha affermato che, se prima delle prossime elezioni il nuovo partito non avrà raggiunto percentuali vicine alla doppia cifra, il movimento non si presenterà alle urne

L'eurodeputato Carlo Calenda ha annunciato il varo del suo nuovo partito Azione. L'annuncio anticipato online dopo lo scisma della corrente "siamo europei" dal Pd,  è apparso a suon di pagine sponsorizzate sui maggiori quotidiani nazionali. 

L'ex Ministro dello sviluppo economico ha affermato che sarà un movimento fondato sul "liberalismo sociale e sul popolarismo di Sturzo".

Nelle sue prime interviste sul lancio della nuova forza politica, Calenda ha spiegato di averlo fondato perché le tradizionali forze moderate, come PD e Forza Italia, si sono alleate con il Movimento 5 Stelle e la Lega. 

"Azione invece diventerà il pilastro di un grande Fronte Repubblicano e Democratico capace di ricacciare populisti e sovranisti ai margini del sistema politico. Non vogliamo escludere ma al contrario tenere le porte ben aperte. Il nostro obiettivo non è frammentare ulteriormente il sistema politico, ma lavorare per l’unità e il rinnovamento delle forze liberal democratiche”.

Azione consentirà ai suoi iscritti di avere una doppia tessera di partito così come succede ad alcuni esponenti della direzione di +Europa, partito con cui Calenda aveva più volte cercato - invano - di creare una lista comune. 

La nuova compagine può già contare un parlamentare: co-fondatore è infatti l'ex esponente del Pd il senatore Matteo Richetti.

calenda richetti-2

Il Manifesto del nuovo partito politico si fonda su tre pilastri economici: investire, proteggere e liberare. Inoltre Calenda indica alcune priorità d'azione ovvero Scuola, Sanità, Sicurezza e Giustizia.

Azione, un partito "a prova di figuracce"

L'ex Ministro ha infine affermato che, se prima delle prossime elezioni il nuovo partito non avrà raggiunto percentuali vicine alla doppia cifra, il movimento non si presenterà alle urne. "Non servono altri partitini", ha spiegato Calenda.

La collocazione del partito di Calenda

Quanto alla collocazione politica Carlo Calenda aveva già spiegato come Azione possa porsi come soggetto interlocutore del Pd già in occasione delle elezioni regionali dell'Emilia Romagna. 

Come più volte esplicitato dallo stesso Calenda il nuovo partito si pone in piena antitesi con il Movimento 5 stelle. Ripercorrendo il recente passato appare come una riedizione di quella Scelta Civica di Mario Monti che arrivò a raccimolare il 10% alle elezioni politiche prima di sciogliersi. 

In attesa dei primi sondaggi che vorranno indagare l'atteso coupe de teatre, le ultime rilevazioni degli istituti demoscopici che investigavano sul consenso di un possible partito "calendiano" non attribuivano all'ex esponente del Partito Democratico che una forbice tra lo 0 e l'1 per cento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo partito di Calenda si chiama Azione (simile a +Europa, a destra del Pd)

Today è in caricamento