Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica Italia

A sinistra del Pd nasce un movimento unitario guidato da Giuliano Pisapia

Pisapia, Bersani, Speranza, Epifani e D'Alema hanno tenuto a battesimo a Roma un nuovo movimento politico alternativo al Pd e con carattere 'aperto'. L'assemblea "democratica" di Campo progressista-Mdp si terrà in autunno. Da decidere il nome

Il movimento politico della Sinistra non sarà solo un cartello elettorale ma eleggerà un'assemblea nazionale, alla quale sara' demandata l'elezione del leader. E' una delle decisioni che Campo progressista e Mdp hanno preso in una riunione a Roma  in cui erano presenti tra gli altri Giuliano Pisapia, Pierluigi Bersani, Roberto Speranza, Massimo D'Alema, Ciccio Ferrara.

La riunione di oggi sancisce la nascita di un movimento politico tout court alternativo al Pd e con carattere 'aperto'. L'assemblea "democratica" di Campo progressista-Mdp si terrà in autunno, spiega, Guglielmo Epifani. Da decidere il nome del nuovo soggetto politico.

Bersani riconosce leadership di Pisapia

Un ottimo incontro. Andiamo avanti”. Così Pier Luigi Bersani ha commentato l’esito della riunione oggi a Roma, durata circa quattro ore, tra gli esponenti di Mdp, Giuliano Pisapia e la delegazione di Campo Progressista. Riconoscete la leadership di Pisapia? “Assolutamente si”, ha risposto.

Anche Pippo Civati si dice "soddisfatto" per il "passo in avanti nella direzione che avevamo auspicato" compiuto da Mdp e Cp nel corso della riunione di oggi. "Si va- spiega il leader di Possibile- verso un percorso comune senza pregiudiziali e di tipo programmatico".

I Verdi: "Alternativa culturale al Pd di Renzi"

"Prendiamo atto dell'esito positivo dell'incontro oggi tra Campo Progressista e MDP Articolo 1, riteniamo importante la realizzazione di un punto di riferimento politico per milioni di cittadine e cittadini che vogliono costruire un'alternativa culturale e politica di valori diversa da quella rappresentata da Renzi e da questo Pd". Lo scrivono Angelo Bonelli, Luana Zanella e Natale Ripamonti dell'esecutivo nazionale dei Verdi.

"L'Italia ha bisogno, come i tragici eventi di questi ultimi mesi dimostrano, di una profonda e radicale conversione ecologica che cambi i modi di produrre, l'economia e gli stili di vita. I Verdi italiani - spiegano gli ecologisti- che fanno parte delle grande famiglia del Partito dei Verdi Europei, sono pronti quindi a contribuire non solo in termini programmatici ma anche rispetto ai meccanismi e le regole democratiche che dovranno portare alla costruzione di questa nuova proposta politica che sia allargata a nuove forze delle realta' civiche e delle esperienze dei sindaci. Con spirito positivo- concludono Bonelli, Zanella e Ripamonti- ci rendiamo disponibili ad un prossimo incontro con Campo Progressista e MDP Articolo 1 per un confronto sulla forma e la sostanza del nuovo progetto che vogliamo far nascere".

Pisapia "federa" gli anti-Renzi: Emiliano e Prodi puntano sull'ex sindaco di Milano

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A sinistra del Pd nasce un movimento unitario guidato da Giuliano Pisapia

Today è in caricamento