rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Omosessualità

Papa: "Nozze gay e aborto minacciano la pace"

Nel messaggio per la Giornata mondiale della pace, Benedetto XVI condanna i matrimoni omosessuali, l'aborto e l'eutanasia. Pochi giorni fa l'incontro con una parlamenare dell'Uganda che chiese, per Natale, "l'uccisione di tutti i gay"

Le nozze gay sono una minaccia alla stabilità sociale e quindi alla pace sociale. Nuova condanna del Papa contro i matrimoni tra omosessuali.

La "struttura naturale" del matrimonio "va riconosciuta e promossa, quale unione fra un uomo e una donna, rispetto ai tentativi di renderla giuridicamente equivalente a forme radicalmente diverse di unione che, in realtà, la danneggiano e contribuiscono alla sua destabilizzazione, oscurando il suo carattere particolare e il suo insostituibile ruolo sociale".

Lo scrive il Papa nel messaggio per la Giornata mondiale della pace del prossimo primo gennaio che, intitolato 'Beati gli operatori di pace', è stato pubblicato oggi dal Vaticano.

"Questi principi - prosegue il Papa senza esplicitare il riferimento alle nozze gay - non sono verità di fede, né sono solo una derivazione del diritto alla libertà religiosa. Essi sono inscritti nella natura umana stessa, riconoscibili con la ragione, e quindi sono comuni a tutta l'umanità. L'azione della Chiesa nel promuoverli non ha dunque carattere confessionale, ma è rivolta a tutte le persone, prescindendo dalla loro affiliazione religiosa. Tale azione è tanto più necessaria quanto più questi principi vengono negati o mal compresi, perché ciò - scrive il Papa - costituisce un'offesa contro la verità della persona umana, una ferita grave inflitta alla giustizia e alla pace".

ABORTO ED EUTANASIA. "Chi vuole la pace non può tollerare attentati e delitti contro la vita". Nel suo Messaggio per la Giornata mondiale della pace, Benedetto XVI si scaglia anche contro la "liberalizzazione dell’aborto" e contro la volontà di "codificare arbitrii" diretti a stabilire "un preteso diritto all’aborto e all’eutanasia".

INCONTRO SCOMODO. Un messaggio, quello del Papa, che sta alimentando forti polemiche soprattutto da parte delle associazioni in difesa dei diritti di genere. E ad alimentare il caso, sul web girano le immagini di un incontro 'scomodo' avvenuto mercoledì in Vaticano: Papa Benedetto XVI ha infatti ricevuto una parlamentare dell'Uganda (nella foto) che, come regalo di Natale, un mese fa chiese "l'uccisione di tutti i gay". Non proprio un messaggio di pace...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa: "Nozze gay e aborto minacciano la pace"

Today è in caricamento