rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Giustizia

Il Pd pronto a votare per l'arresto di Berlusconi

Dopo le dichiarazioni di Maurizio Migliavacca - "Se gli atti fossero fondati, voteremmo per l'arresto" - insorge il Pdl. Da Capezzone a Cicchitto fino al duo Santanchè - Gelmini: "Il Pd ha gettato la maschera"

In caso di richiesta d'arresto al Senato per Silvio Berlusconi il Partito democratico potrebbe votare a favore. E' quanto ha confermato Maurizio Migliavacca, coordinatore della segreteria nazionale del Pd, a SkyTg24: "Se gli atti fossero fondati, penso proprio che voteremmo per l'arresto". Certo "dovremmo vedere le carte" ma il Pd ha "un atteggiamento rispettoso di atti della magistratura che fossero corretti".

Una dichiarazione, quella di Migliavacca, che ha riaperto la questione 'giustizia' e fatto tornare sui materassi i parlamentari del Pdl. Il primo ad aprire le danze della polemica è Daniele Capezzone: "Le dichiarazioni di Maurizio Migliavacca, che si avventura sul terreno di assurde e inesistenti richieste di arresto ai danni di Silvio Berlusconi, sono inaudite e gravissime". Quindi la domanda: "E' questo il modo di raccogliere il monito di ieri del presidente Napolitano?".

Quindi è il turno di Altero Mattioli: "Migliavacca si è avventurato in una dichiarazione gravissima che non risponde al richiamo del Capo dello Stato. E' quantomeno insensato ipotizzare espressioni di voto su una inesistente richiesta, a riprova che i vertici del Pd sono in stato confusionale ed operano per acuire lo scontro politico".

A ricarare la dose, ecco Daniela Santanchè: "Migliavacca getta la maschera e sotto c'è il compagno bolscevico che ha orrore delle libertà borghesi e degli accordi con le forze socialdemocratiche".

La protesta dai parlamentari Pdl

Le fa eco Maria Stella Gelmini: "Miope atteggiamento di quella parte ancora comunista del Pd che vede il centrodestra come il diavolo e preferisce mandare al macero l'unica possibilità di riformare il Paese piuttosto che uscire dal proprio steccato ideologico".

A chiudere, ecco Fabrizio Cicchitto. "E' evidente" che taluni nel Pd "vogliono incendiare la prateria riportando il dibattito su un terreno totalmente diverso da quello auspicato ieri dal presidente Napolitano. E' evidente che ci troviamo di fronte alla irresponsabilità più pura e alla ricerca di tutti i mezzi che possano consentire di avere un voto grillino all'ipotetico governo Bersani".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Pd pronto a votare per l'arresto di Berlusconi

Today è in caricamento