rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Politica

Vendola in pensione a 57 anni: vitalizio da 5mila euro al mese

L'ex governatore della Puglia ha abolito il privilegio ai suoi consiglieri, ma la legge non è retroattiva. Vendola va in pensione con tre anni d'anticipo grazie ai contributi versati prima dell'abolizione del vitalizio

ROMA - Nichi Vendola, a soli 57 anni, è già in pensione. Percepirà ben 5.618 euro al mese dopo solo dieci anni di contributi. Un vitalizio che, ironia della sorte, l'ex governatore della Puglia aveva fatto tagliare ai suoi consiglieri regionali nel 2012.

IL VITALIZIO - Il privilegio è stato abolito due anni fa, ma - come riporta Repubblica.it - quello che è stato cumulato prima resta. Il leader di Sinistra Ecologia e libertà, rimasto in carica dal 18 maggio 2005 al 2 luglio del 2015, può dunque percepire la "super pensione": quasi seimila euro lordi al mese che avrebbe dovuto intascare al compimento dei sessant'anni di età, ma che grazie a una legge regionale è stato possibile anticipare di tre anni. Oltre al vitalizio, l'ex governatore ha incassato anche l'assegno di fine mandato dopo dieci anni alla guida della Puglia: altri 198.800 euro.

LA REPLICA - Su Facebook, ecco la risposta del presidente di Sel, che punta il dito soprattutto contro Beppe Grillo: "Se fossi ricco come Beppe Grillo volentieri rinuncerei al vitalizio. Sono stato eletto deputato in cinque legislature e presidente di regione per due legislature e tutti sanno che non mi sono arricchito e che non ho rubato. Sono orgoglioso del fatto che la mia sia l’unica regione non coinvolta in rimborsopoli.  Il mio partito si è battuto sempre e in ogni sede contro tutti i privilegi. La Puglia ha abolito i vitalizi a partire dal 2013. Ricordo a tutti però che il trattamento economico degli eletti nelle istituzioni, ciò che oggi appare appunto come privilegio, è stato concepito come una barriera alla corruzione degli stessi: ora vedo che il mio vitalizio fa più scandalo delle tangenti a Galan!  E osservo con tristezza il fatto che ai comici miliardari continua a dare scandalo pure il mio orecchino…  Credo che si capisca quanto questa effervescente polemica contro di me sia null’altro che l’ennesimo linciaggio di chi pensa che la lotta politica non sia combattere le idee, ma denigrare le persone. Faccio politica ormai da oltre quarant’anni e devo dire che l’unica cosa a cui non mi rassegno è la barbarie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendola in pensione a 57 anni: vitalizio da 5mila euro al mese

Today è in caricamento