rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica

Camere sciolte e vitalizio salvo? Come stanno le cose

C’è un dettaglio che aiuta a capire perché alla fine il governo di Mario Draghi potrebbe non cadere. Non è una spiegazione così nobile come le parole che in queste settimane abbiamo sentito proferire da parte dei politici. Non sono motivazioni così alte come quelle spiegate ieri dal presidente del Movimento 5 Stelle Giuseppe Conte. Si tratta di una questione di soldi. Infatti se il governo cadesse adesso, non si arriverebbe ad una data fatidica, che cade il prossimo 24 settembre, quando tutti i parlamentari alla loro prima legislatura raggiungeranno l’“età politica pensionabile”.

In pratica la legge prevede che un parlamentare, per accedere alla pensione da politico, debba aver fatto almeno quattro anni, sei mesi e un giorno in Aula. Se questo traguardo non viene raggiunto, addio pensione da parlamentare, con la ulteriore beffa che i parlamentari perderebbero anche i contributi versati (parliamo di decine di migliaia di euro). Perché? I contributi non possono essere riagganciati a quelli relativi ad altre attività lavorative.

Si potrà pensare: sì ma quanti parlamentari ci sono al primo giro? Non pochi, anzi la maggioranza. Alla Camera sono 427, cioè il 68%, i deputati neoletti che avrebbero un interesse a veder durare la legislatura oltre settembre. Al Senato arrivano a 234 cioè il 73%. Se si vanno a guardare i gruppi parlamentari coinvolti, alla Camera, Lega e Coraggio Italia sono le due formazioni in cui i deputati alla prima esperienza parlamentare rappresentano circa il 90%. Poi ci sono Fratelli d'Italia mentre Leu e il Pd sono invece i gruppi con la più bassa percentuale (Intorno al 40%). Al Senato i numeri maggiori ce li hanno Lega e Fratelli d’Italia (sempre intorno al 90%) mentre i gruppi parlamentari con la minor percentuale di senatori neoeletti sono il Misto e le Autonomie. Se poi a questo si aggiunge anche che alla prossima legislazione ci sarà una drastica riduzione del numero dei parlamentari, non è difficile capire perché ci saranno forti spinte perché, in un modo o nell’altro, si vada avanti senza andare al voto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Camere sciolte e vitalizio salvo? Come stanno le cose

Today è in caricamento