Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica Perugia

Bandito morto mentre fuggiva, Salvini: "Carabinieri e vigilante meritano un premio"

La procura di Perugia ha aperto un fascicolo e iscritto nel registro degli indagati tre persone

Dopo la scoperta di un cadavere in auto a Ponte Felcino la procura di Perugia ha aperto un fascicolo e iscritto nel registro degli indagati tre persone.

Eduart Kozi, albanese di circa 50 anni, è rimasto ucciso da un colpo di pistola che ha prima infranto il lunotto posteriore dell'Audi Avant A6 a bordo della quale fuggiva dopo una rapina.

La banda, composta tra tre o quattro malviventi, dopo l'allarme scattato durante il furto nella tabaccheria di via Messina, ha cercato di dileguarsi all'arrivo di carabinieri e vigilantes. Da lì è partito l'insenguimento per cercare di fermare l'Audi che ha tentato anche di speronare l'auto dei vigilantes.

Sono partiti dei colpi di pistola per intimare ai banditi di arrendersi, ma nulla. Poi il ritrovamento di uno di loro ormai cadavere dentro l'auto, con ancora la refurtiva dentro e gli arnesi da scasso utilizzati per compiere il furto ai danni dell'esercizio commerciale.

Per il Ministro dell'Interno Matteo Salvini i due carabinieri e la guardia giurata iscritti dalla Procura di Perugia nel registro degli indagati per omicidio colposo "meritano un premio, non il processo"

"Carabinieri e Guardia Giurata, che hanno rischiato la vita, hanno solo fatto il loro dovere" scrive il vicepremier su Twitter.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bandito morto mentre fuggiva, Salvini: "Carabinieri e vigilante meritano un premio"

Today è in caricamento