rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Politica

Militante di Forza Nuova pestato in strada, i centri sociali: "Solidali verso gli autori"

Giorgio Martinico, rappresentante di Anomalia e di altre realtà di estrema sinistra, parla del pestaggio ai danni di Massimo Ursino: "Se fai il bullo prima o poi incontri qualcuno che non va d'accordo con te"

I centri sociali di Palermo entrano a "gamba tesa" sulla vicenda del pestaggio ai danni di Massimo Ursino, il segretario provinciale di Forza Nuova bloccato nel centro di Palermo da una decina di persone, legato e poi pestato a sangue. L'episodio è avvenuto nel tardo pomeriggio di martedì 20 febbraio non lontano dalla sede di Forza Nuova che si trova in via Florio. Ursino ha riportato delle serie ferite alla testa ed è stato trasportato all'ospedale di Palermo. 

A parlare in rappresentanza di Anomalia e di altre realtà di estrema sinistra è Giorgio Martinico: "Non rivendichiamo il gesto - dice Martinico ai microfoni di PalermoToday -, ma difenderemo e saremo solidali verso gli autori offrendo loro supporto materiale e legale".

"È normale che quando per una settimana mandi avanti una campagna di odio e provocazioni andando in giro a fare il bullo della situazione, prima o poi qualcuno che non va d'accordo con te lo incontri per strada. Hanno scelto di confrontarsi su questo piano e hanno ricevuto una risposta", il commento di Martinico a Riccardo Campolo e Rosaura Bonfardino di PalermToday.

Militante Forza Nuova picchiato a Palermo: "Solidali verso gli autori"

Il rappresentante dei centri sociali ha sottolineato la posizione sua e quella dei "compagni". "Pensiamo valga la pena difendere il valore antifascista di questa città. Sabato - continua Martinico - ci sarà il comizio di Roberto Fiore e già ci siamo costituiti come cartello di associazioni, partiti e collettivi, per lanciare la mobilitazione. E' fondamentale esserci per far sapere che non sono graditi e non rispecchiano l'anima multiculturale e aperta di questa città".

Angelo Candiloro, portavoce di 'Potere al Popolo', ha invece affermato di aver "avanzato una formale richiesta, sia al Questore, che a Prefetto e Sindaco di non permettere alcun comizio fascista. Nel pomeriggio abbiamo anche promosso una manifestazione antifascista. Bisogna capire realmente il movente dell’aggressione - ha detto Candiloro -. Sicuramente è un episodio che inasprisce il clima".

Servizio di Riccardo Campolo e Rosaura Bonfardino (PalermoToday)

Il video del pestaggio a Massimo Ursino di Forza Nuova

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Militante di Forza Nuova pestato in strada, i centri sociali: "Solidali verso gli autori"

Today è in caricamento