rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Politica Italia

Pizzarotti battezza il "partito dei sindaci": il 24 marzo nasce Italia in Comune

In oltre 400 amministratori locali hanno aderito al progetto proposto dal primo cittadino di Parma che terrà a Roma nel prossimo fine settimana il primo vero atto costitutivo nazionale

L'idea di fare un vero e proprio partito dei sindaci non lo convince, ma il primo cittadino di Bologna, Virginio Merola, guarda comunque con interesse all'iniziativa del collega di Parma Federico Pizzarotti, che proprio a Bologna ieri ha lanciato il suo progetto 'Italia in Comune'.

Il sindaco di Bologna, che già in passato si era espresso a favore di un sostegno del Pd all'ex dissidente M5s Pizzarotti alle ultime amministrative, torna a spingere il Pd verso l'ex grillino. "Vedo bene questo fatto di puntare a una dimensione civica, un concetto su cui credo ci sia molto da approfondire e da proporre. Credo che anche il Pd faccia bene a ragionare su questa che può essere l'unica novità vera di questo Paese", ovvero quella di una "comunità civica" fatta di "coalizioni ampie e larghe basate sulla vita quotidiana delle citta'.

Un campo democratico plurale e convergente

'Italia in Comune' è il nome del nuovo progetto politico del sindaco di Parma che riunisce oltre 400 amministratori locali e che terrà a Roma il 24 e 25 marzo un appuntamento nazionale per l'approvazione dello statuto e della carta dei valori. 

Il battesimo è avvenuto a Bologna domenica 18 marzo durante una riunione a porte chiuse in cui sono intervenuti i coordinatori - il sindaco di Parma Federico Pizzarotti e il sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci.

"In Emilia Romagna -scrive Pizzarotti su Facebook-  è nato ufficialmente il partito dei sindaci. Italia in Comune, che è nella sua fase costituente nazionale".

"A Bologna mi sono incontrato con i sindaci di Budrio, Comacchio e Cento, più altri 20 amministratori locali. Gli obiettivi sono principalmente due: darsi una struttura e una organizzazione politica regionale facendo squadra con i sindaci civici dei territori, crescere in Emilia Romagna proponendo una politica trasversale ai diversi bisogni e alle aspettative dei cittadini. La nostra è una visione totalmente indipendente e autonoma rispetto alla politica attuale: ragioniamo sugli obiettivi da raggiungere e sui programmi da costruire, e lo vogliamo fare insieme alle forze civiche che ci stanno. Siamo sindaci, a noi interessa dare risposte concrete e reali alle richieste dei cittadini emiliano-romagnoli, in un periodo in cui è forte il bisogno di una politica credibile, solida e innovativa: lo facciamo unendo le varie esperienza civiche che in Emilia Romagna si sono dimostrate vincenti e al servizio delle città. Leggo dichiarazioni scomposte da parte di segretari di Lega e PD, evidentemente il nostro progetto sta cogliendo nel segno. Avanti sempre! #ItaliaInComune"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarotti battezza il "partito dei sindaci": il 24 marzo nasce Italia in Comune

Today è in caricamento