Domenica, 25 Luglio 2021
Politica Parma

Pizzarotti, addio Grillo ecco i Radicali: a Parma arriva anche Emma Bonino

Il sindaco di Parma, l'ex M5s Federico Pizzarotti incassa il sostegno dei Radicali Italiani nella corsa alla riconferma alle prossime elezioni amministrative. I Radicali Italiani hanno scelto Parma anche come sede della riunione del Comitato nazionale

Federico Pizzarotti in una foto di archivio con l'ex Presidente dei Radicali Italiani Marco Pannella morto il 19 maggio 2016

Il sindaco di Parma, l'ex M5s Federico Pizzarotti incassa il sostegno dei Radicali Italiani nella corsa alla riconferma alle prossime elezioni amministrative. Lo ha annunciato il movimento dei Radicali Itliani che ha scelto Parma anche come sede della riunione del Comitato nazionale, che prenderà il via nel pomeriggio di domani e proseguirà fino a domenica 7 maggio.

Un interessante esperimento quello di Federico Pizzarotti che dopo la rottura con Grillo e il M5s si presenta con una lista civica "Effetto Parma" che arruola anche i Radicali Italiani. Prove generali per un progetto di ampio respiro "Effetto Italia".

Pizzarotti contestualmente ha annunciato la sua adesione alle campagne e alle iniziative radicali su fronti come accoglienza e immigrazione, partecipazione e democrazia diretta, antiproibizionismo e diritti civile.

In città è atteso oltre al segretario Riccardo Magi anche Emma Bonino che dovrebbe parlare sabato al Comitato Nazionale. La riunione del Comitato sarà soprattutto l'occasione per presentare le proposte che, insieme a quella sull'immigrazione, compongono il pacchetto di riforme messe a punto da Radicali Italiani su: welfare, Trattamento sanitario obbligatorio, prostituzione, accesso agli strumenti di partecipazione e democrazia diretta. 

Tra i principali temi di dibattito, l'immigrazione con la campagna di raccolta firme, appena avviata, sulla legge di iniziativa popolare "Ero Straniero - L'umanità che fa bene" per superare la Bossi Fini, che Radicali Italiani ha promosso insieme a tante organizzazioni laiche e cattoliche e con il supporto di una rete che conta già oltre 100 sindaci; e poi il rilancio del federalismo europeo, al centro di campagne e iniziative come "Europe First! - Tutto quello che credi di sapere sull'Europa è falso" e il crowdfunding lanciato da Radicali Italiani per l'iscrizione all'Alde Party; l'antiproibizionismo sulle droghe con il Radical Cannabis Club e le disobbedienze civili itineranti che i dirigenti radicali stanno conducendo piantando semi di cannabis per far pressione sul parlamento affinché discuta la legge popolare per la cannabis legale depositata a novembre con 60 mila firme. 

Leggi anche: "Una legge Mastrogiovanni per i morti di Tso" 7

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pizzarotti, addio Grillo ecco i Radicali: a Parma arriva anche Emma Bonino

Today è in caricamento