rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA / Italia

Elezioni presidente della Repubblica: Romano Prodi è il candidato del Pd

L'assemblea dei grandi elettori del Partito Democratico, dopo il "flop Marini", ha scelto: è Romano Prodi il suo candidato al Colle

Romano Prodi ha appreso la notizia che è lui il candidato al Quirinale mentre si trova a Bamako, la capitale del Mali, dove è ancora adesso per una serie di impegni internazionali. Il rientro del Professore e' fissato per domani. E' lo specchio della situazione: nulla nel Pd, in queste ore, sembra essere frutto di un ragionamento di fondo. Poca testa e molta pancia per provare a ricompattarsi dopo il flop della candidatura di Franco Marini.

NULLA LA TERZA VOTAZIONE: SI ABBASSA IL QUORUM

La proposta di candidare Romano Prodi, lanciata da Pierluigi Bersani nell'assemblea dei grandi elettori del Pd riunita al teatro Capranica, a pochi metri da Montecitorio, è stata approvata all'unanimità.

IL PDL NON CI STA: "PRODI NOME DI ROTTURA"

Finita l'assemblea al teatro Capranica, Pier Luigi Bersani arriva in Transatlantico sorridente. Abbraccia subito Stefano Fassina, responsabile Lavoro del Pd, e con lui si allontana in un corridoio. "Lasciatemi stare. Non ho nulla da dichiarare. Eleggeremo Romano Prodi al quarto scrutinio", afferma il segretario Pd. Intanto arriva la conferma: è stata annullata la conferenza dei capigruppo per un eventuale rinvio della quarta votazione. Le operazioni di voto inizieranno alle 15,30.

VIDEO - CRIMI TELEFONA A RODOTA' E I GRILLINI SCANDISCONO IL SUO NOME

BERSANI: "NON DATO BUONA PROVA".  "Attorno a noi si è creata una situazione molto difficile e non abbiamo dato una buona prova. Faremo delle valutazioni". Lo afferma il segretario del Pd Pier Luigi Bersani parlando ai grandi elettori del Pd. Quanto alla candidatura ormai tramontata di Franco Marini, Bersani osserva: "Abbiamo portato sulle nostre posizioni forze antagoniste, sul nome di un uomo del lavoro. Sono dispiaciuto per Marini e lo ringrazio".

PER PRODI AL QUIRINALE MANCANO 9 VOTI

Ora il problema per il Pd è trovare i 9 voti che mancano a Prodi per salire al Quirinale. Pochi voti, certo, ma comunque difficili da trovare visto che i montiani, che si sperava fossero una spalla perfetta per il professore, hanno deciso di andare alla quarta chiamata con un proprio candidato: l'ex ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri. Il Pdl, invece, ha deciso di uscire dall'aula. Stessa scelta presa anche dalla Lega Nord.

CANCELLIERI. Il ministro dell'Interno Annamaria Cancellieri sarà la candidata di Scelta civica per il Quirinale. I montiani voteranno la titolare del Viminale a partire dal quarto scrutinio.

"Cancellieri - ha spiegato Mario Monti - non è una candidatura contro Romano Prodi. Il presidente Prodi, e lo dico io che ho avuto la fortuna di lavorare con lui per 5 anni alla commissione europea, ha tutte le caratteristiche per essere un Capo di Stato. Ma nel panorama politico italiano di oggi il modo in cui la personalità di Prodi viene portata all'attenzione dei grandi elettori è un modo che viene percepito come divisivo". Lo ha affermato in una conferenza stampa il premier uscente Mario Monti proponendo il nome di Annamaria Cancellieri per il Quirinale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni presidente della Repubblica: Romano Prodi è il candidato del Pd

Today è in caricamento