Mercoledì, 23 Giugno 2021
Politica

Salvini, sì alle primarie: "Non si sceglie più in una stanza"

Il segretario della Lega si dice favorevole alle consultazioni, sia a livello locale che nazionale: "Sarebbe un bel segnale andare in contropiede e chiedere agli italiani chi deve sfidare Renzi"

Matteo Salvini (Infophoto)

Non è più tempo di decidere le candidature "nel buio di qualche stanza". Parola di Matteo Salvini.

Il segretario della Lega, intervistato dal Tg3, ha spiegato di essere favorevole alle primarie del centrodestra, sia a livello nazionale sia per le candidature alle prossime comunali nel 2016.  "Sarebbe un bel segnale chiedere agli italiani chi deve sfidareRenzi", ha aggiunto il segretario della Lega.

"Scelgano i cittadini anzi sarebbe meglio se scegliessero sempre i cittadini. A Milano? Ovunque, da Cernusco sul Naviglio a qualunque Comune che va al voto anche perché la Lega ha uomini, donne e progetti all'altezza e graditi ai cittadini", ha sottolineato il leader del Carroccio. Che poi ha aggiunto: "Mentre la sinistra scappa perché ha paura del confronto con i cittadini e rinuncia alle primarie, sarebbe un bel segnale andare in contropiede e chiedere agli italiani chi deve sfidare Renzi". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini, sì alle primarie: "Non si sceglie più in una stanza"

Today è in caricamento