Martedì, 28 Settembre 2021
Politica

Primarie, ecco Matteo Renzi: il rottamatore

I punti chiave del programma del sindaco di Firenze

Matteo Renzi è il sindaco di Firenze. Ha 37 anni. E' sposato con Agnese dal '99 ed ha tre figli. Ecco i punti chiave del programma del candidato alle primarie del centrosinistra che si terranno il prossimo 25 novembre:

Semplificazione. Vuol dire per esempio mettere fine al bicameralismo. "Una delle due camere va semplicemente abolita. Ne basta una sola, veramente autorevole, composta da non più di 500 persone. Al posto dell’attuale doppione serve un organo snello, composto da delegati delle Regioni e da sindaci, che possa proporre emendamenti alla legislazione statale su cui la Camera elettiva decide in ultima istanza, eventualmente a maggioranza qualificata". Ma anche una pubblica amministrazione trasparente che punti sulla qualità attraverso una chiara individuazione delle responsabilità e valutazione dei risultati. Un fisco semplice, con la dichiarazione precompilata per i singoli e per le aziende.

Istruzione. Il candidato vuole garantire un'istruzione di qualità ad un numero più ampio (rispetto allìattuale) di giovani. La sua analisi del settore parte dagli asini nido che, entro il 2008, vorrebbe accogliessero il 40% dei bambini sotto i tre anni (a differenza dell'attuale 12%) per poi passare anche alla scuola primaria, alla secondaria e all'università dove Renzi vorrebbe "riportare il merito". Il sindaco di Firenze pensa alla possibilità di consentire a tutti la possibilità di finanziarsi gli studi e le tasse e all'obbligo per le Università di stabilire accordi con almeno tre banche. Attenzione anche per la ricerca universitaria che secondo il sindaco di Firenze andrebbe incentivata, per esempio, introducendo incendi fiscali.

LE PAGELLE DEL CONFRONTO TV TRA I CANDIDATI

Lavoro. Tra gli obiettivi di Renzi anche quello di incentivare l'occupazione dei giovani, delle donne e degli over 55. Per le donne "la maternità rappresenta una delle principali cause dell’abbandono del mercato del lavoro. Il nostro piano asili nido ha l’obiettivo non solo di migliorare lo sviluppo cognitivo dei bambini ma anche di ridurre fortemente il tasso di abbandono del lavoro delle mamme". Per i giovani "al fine di combattere la precarietà e ridurre il cuneo fiscale, tutti i nuovi contratti a tempo indeterminato avranno un bonus contributivo di 1000 euro l’anno, cioè cento euro al mese, per tre anni, con una riduzione del costo contributivo di circa il 20 per cento per gli operai e del 15 per cento per gli impiegati secondo i dati della CGIA di Mestre. Il finanziamento di questo intervento pari a 1,5 miliardi avverrà tagliando la spesa pubblica. Tale bonus sarà aumentato di ulteriori 200 euro per le aziende che tramutino in contratti a tempo indeterminato una quota superiore al 40 per cento dei contratti a tempo determinato in essere alla fine dell’anno 2012". Per gli over-55, occorre consentire l’intreccio tra lavoro parziale e pensionamento parziale, flessibilizzazione dell’età pensionabile secondo il modello svedese, forte incentivazione economica dell’assunzione dei sessantenni, promozione della domanda di servizi che valorizzino l’esperienza degli over 55.

Infrastrutture. Renzi punta sulle infrastrutture del futuro: banda larga, smart mobility, ammodernamento della rete elettrica. Propone, inoltre, un grande programma di interventi di recupero ambientale e messa in sicurezza, investendo sulla viabilità, sul trasporto pubblico locale, sull'efficienza energetica. Giustizia. Il candidato sogna una giustizia che avvenga nei tempi giusti; che abbia tolleranza zero per la corruzione e che preveda la detenzione in carcere solo per i reati più gravi.

Diritti. Renzi immagina un paese in cui i figli degli immigrati nati in Italia sono cittadini italiani e in cui le coppie dello stesso sesso abbiano gli stessi diritti-doveri delle coppie sposate.
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, ecco Matteo Renzi: il rottamatore

Today è in caricamento