rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Politica

Primarie, ecco Bruno Tabacci: l'assessore al Bilancio della giunta Pisapia

I punti chiave del programma del candidato di Italia Concreta

Bruno Tabacci è assessore al Bilancio del Comune di Milano nella giunta guidata dal sindaco Giuliano Pisapia dal 10 giugno 2011; è nato a Quistello ed ha 66 anni. E' sposato con due figli. Ecco i punti chiave del programma del candidato alle primarie del centrosinistra che si terranno il prossimo 25 novembre:

Etica. Secondo l'onorevole Tabacci "i ripetuti scandali hanno sconvolto la coscienza civile del Paese e fatto crescere il distacco dei cittadini dalla politica". E'
quindi necessario un rinnovamento profondo non di facciata; una vera è propria rivoluzione morale. Questo rinnovamento include una visione diversa, anzi opposta, rispetto a quella attuale. "L’Italia oggi è un Paese alla rovescia - si legge nel suo manifesto politico -: la scuola non è per gli studenti ma per i professori, la sanità non è per i malati ma per i baroni universitari, la giustizia non è in funzione dei cittadini ma degli avvocati e dei magistrati. Improvvisamente dovremmo introdurre una rivoluzione di pensiero. Dovremmo affermare: che il benessere è legato al lavoro e non alla furbizia; che gli affari non si possono condurre senza regole e senza un’etica profonda, che i diritti camminano sulle gambe dei doveri, che la politica senza principi è un pragmatismo senza speranza.

LE PAGELLE DEL CONFRONTO TV TRA I CANDIDATI

Tagli alla politica. Il candidato di italia Concreta pensa di  ridurre il numero dei Parlamentari; abolire le Province; accorpare le Regioni; togliere i privilegi alle Regioni a statuto speciale; ridurre il numero delle società nate dalle ex municipalizzate mediante soppressioni e accorpamenti.

Liberalizzazioni. E' attraverso quest'ultime che Tabacci che si riesce ad "incidere su di un sistema di potere assai consolidato che alimenta e incoraggia i costi perversi della politica, attraverso una riforma profonda dei servizi pubblici locali".

Per quanto riguarda altri temi importanti come, per esempio, l'istruzione e il lavoro l'onorevole non si distingue dagli altri candidati. Il suo "programma" non affronta questi argomenti ma si limita a rimandare alla carta d'intenti firmata da tutti i candidati alle primarie.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Primarie, ecco Bruno Tabacci: l'assessore al Bilancio della giunta Pisapia

Today è in caricamento