rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
CASO RUBY / Milano

I legali di Berlusconi: "Sospendere il processo Ruby". Ma per i giudici si va avanti

La giovane marocchina a Milano per testimoniare a difesa dell'ex premier. Alla fine niente deposizione. I legali di Berlusconi presentano la richiesta di sospensione del procedimento: respinta. Il processo va avanti. Il 21 gennaio chiamati Clooney e Ronaldo

Alla fine Ruby 'Rubacuori' è arrivata a Milano per prendere parte al processo a carico di Silvio Berlusconi, imputato per concussione e prostituzione minorile. La giovane marocchina è in aula in quanto citata come testimone dalla difesa dell'ex premier. Ma alla fine la testimonianza non avrà luogo.

La difesa ha infatti rinunciato a far raccontare a Ruby la sua verità. Il motivo è tutto nella nuova strategia "elettorale" adottata dai legali di Berlusconi.

Gli avvocati del Cavaliere hanno infatti chiesto ai giudici di sospendere le udienze del processo per tutta la durata della campagna elettorale.

Contestualmente, Nicolò Ghedini ha presentato l'istanza di "legittimo impedimento" nei confronti del suo assistito: Berlusconi non è oggi in aula a Milano "in quanto impegnato nella preparazione delle liste, che sarà un lavoro complesso con un'attività molto intensa per quanto riguarda il capo della coalizione di centrodestra".

E qui lo scontro con la difesa. Il Pm di Milano, Ilda Boccassini, si è infatti detta contraria alla sospensione del processo per la campagna elettorale. "Berlusconi" ha spiegato la Boccassini "non è candidato premier e non è nemmeno segretario del Pdl". E poi "un processo non può essere sospeso per una campagna elettorale".

RICHIESTA RESPINTA. I giudici di Milano hanno respinto l'istanza di sospensione del processo per motivazioni elettorali. Si va avanti nel procedimento.

PROCESSO RINVIATO. La difesa di Silvio Berlusconi, dopo la rinuncia ad ascoltare Ruby, chiede che siano ammessi nuovi testimoni tra cui George Clooney, Cristiano Ronaldo e la madre della giovane marocchina. Una richiesta ritenuta "inutile e superflua" secondo il sostituto procuratore Ilda Boccassini su cui i giudici si sono riservati di decidere nella prossima udienza, in calendario il 21 gennaio.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I legali di Berlusconi: "Sospendere il processo Ruby". Ma per i giudici si va avanti

Today è in caricamento