rotate-mobile
Sabato, 28 Maggio 2022
L'altra elezione

Quirinale, l'ipotesi Amato non è più un'opzione: l'ex premier in corsa per la Consulta

Sabato a mezzogiorno la Corte Costituzionale è chiamata a eleggere il nuovo Presidente

Sabato a mezzogiorno la Corte Costituzionale è chiamata a eleggere il nuovo Presidente, in sostituzione del presidente uscente Giancarlo Coraggio di cui scade il mandato martedì prossimo 28 gennaio. In pole per la successione c'è il nome del vicepresidente anziano della Corte Giuliano Amato, il cui mandato alla Consulta scade invece il prossimo 12 settembre. Non risultano al momento in campo soluzioni alternative a quella dell'ex premier.

Alla votazione parteciperà anche il giudice eletto dal Consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi che prende il posto di Coraggio, previa convalida dei titoli da parte della Consulta e giuramento al Quirinale nella stessa mattinata del 29. 

Quirinale, tramonta l'ipotesi Amato, avanti Casini

Giuliano Amato esce di scena quindi tra i papabili per la corsa al Quirinale che vede invece salire le quotazioni di Pier Ferdinando Casini. L'ex leader dell'Udc poche ore fa ha postato una foto sui proprio canali social che appare molto più di una candidatura.

casini instagram-2

Le posizioni sulla Russia azzoppano Frattini

Nello stesso tempo esce di scena anche il profilo di Franco Frattini: il presidente del Consiglio di Stato, candidato di bandiera del centrodestra e tutt'altro che inviso a Giuseppe Conte, sarebbe tuttavia troppo sbilanciato sull'asse Roma-Mosca: la russofilia dell'ex ministro degli esteri del governo Berlusconi lo rende inviso a parte dello schieramento politico. Su questa sponda Matteo Renzi ed Enrico Letta che condividono come - in una fase delicata per la crisi Ucraina - serva un profilo di presidente della Repubblica "europeista e atlantista". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quirinale, l'ipotesi Amato non è più un'opzione: l'ex premier in corsa per la Consulta

Today è in caricamento