Domenica, 6 Dicembre 2020

Zingaretti 'benedice' il reddito di cittadinanza: "Ottimo strumento contro la povertà"

"Lo abbiamo inventato noi con il reddito di inclusione e forse abbiamo avuto poco coraggio". Ma per il segretario dem le politiche sul lavoro vanno ridiscusse

Nicola Zingaretti. ANSA

"Io penso che il reddito di cittadinanza sia un ottimo strumento di lotta alla povertà. Lo abbiamo inventato noi con il reddito di inclusione e forse abbiamo avuto poco coraggio". Le parole pronunciate da Nicola Zingaretti al seminario Pd in corso  all’Abbazia Contigliano certificano l’avvenuta mutazione dei dem: da partito liberal (quello immaginato e in parte realizzato da Renzi) a forza a trazione socialista e (in parte) populista. Dopo aver confermato i due provvedimenti più contestati (all’epoca) della manovra finanziaria approvata dal governo gialloverde (reddito di cittadinanza e quota 100), il Pd ora si spinge oltre. E rivendica il reddito come un risultato positivo per il Paese che mai e poi mai sarà messo in discussione.

Poi è ovvio, qualche "ma" ci deve essere. Ed ecco allora che per Zingaretti "il reddito di cittadinanza non sostituisce il tema delle politiche per il lavoro" che vanno ridiscusse, mentre Roberto Gualtieri, titolare del Tesoro, invita a "migliorare, rafforzandolo, il reddito di cittadinanza" ovviamente sempre "nel quadro delle politiche attive sul lavoro". Perplessità che durano lo spazio di una dichiarazione. E che non produrranno risultati tangibili: all’ordine del giorno non c’è infatti alcuna modifica al provvedimento, né per la parte relativa al sostegno economico, né sul versante dell’occupazione.

Reddito di cittadinanza, cosa diceva Zingaretti prima di allearsi con il M5s

A scanso di equivoci va detto che quella di Zingaretti non è una folgorazione improvvisa. Il governatore del Lazio – e con lui parte del Pd – non ha mai visto il rdc come un regalo ai "divanisti".

Certo in passato i toni erano ben diversi. "Senza lavoro il reddito di cittadinanza diventa reddito di sudditanza" diceva il segretario Pd lo scorso febbraio. E ancora: "Se non si crea lavoro questa pagliacciata del reddito di cittadinanza e dei navigators rimane una presa in giro” (18 aprile 2019) . Col tempo la posizione di Zingaretti (e del Pd) si è ammorbita, al punto da convergere ormai con quella dei 5S. Fugati tutti i dubbi, si può guardare al futuro con rinnovato ottimismo. Subalternità nei confronti del M5s? "Altro che subalternità" dice Zingaretti dal pulpito dell’Abbazia Contigliano a chi, come Orfini, lo accusa di voler inseguire il Movimento.

"Siamo gli unici che vogliono fare uno scatto in avanti per aiutare questo governo e questa maggioranza per vincere la sfida e lasciare alle nostre spalle il chiacchiericcio fra di noi". Che qualcosa è cambiato però lo ha notato anche Danilo Toninelli: "Anche il Pd – ha chiosato oggi l’ex ministro - si è accorto che il reddito di cittadinanza è un buon provvedimento". 

Reddito di cittadinanza, l'imprenditrice che non trova operai da assumere

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zingaretti 'benedice' il reddito di cittadinanza: "Ottimo strumento contro la povertà"

Today è in caricamento