Sabato, 6 Marzo 2021

Referendum trivelle, bufera contro il conduttore di Agorà: "E' disinformazione"

Il Movimento 5 stelle contro Gerardo Greco: "La Rai valuti sanzioni". In diretta, durante un confronto con Michele Emiliano disse che il voto riguardava solo 8 regioni

Gerardo Greco (Infophoto)

ROMA - "Negli scorsi giorni il comportamento del conduttore di Agorà Gerardo Greco è stato grave e deontologicamente scorretto. Si è reso responsabile prima di informazioni scorrette agli spettatori rispetto al referendum dello scorso 17 aprile, poi ha difeso le proprie posizioni dando altre informazioni sbagliate. Il suo comportamento ha contribuito alla disinformazione sul tema referendum: un comportamento di parte, del tutto alieno alle logiche del servizio pubblico". Lo affermano i parlamentari 5 stelle in commissione di Vigilanza Rai annunciando il deposito di un'interrogazione a prima firma Danila Nesci.

VIDEO: LE DICHIARAZIONI DI GRECO IN DIRETTA

agora1-2

RABBIA M5S - "Chiediamo - spiega Nesci - che intenda fare la Rai davanti ad un comportamento lesivo della dignità stessa del servizio pubblico radiotelevisivo. Come si può affermare che un referendum nazionale riguardi solo alcune persone? Con questo atteggiamento ha inoltre svilito il lavoro di tutta la redazione e dei collaboratori. E' inevitabile che il direttore di rete Daria Bignardi e il dg Antonio Campo Dall'Orto valutino sanzioni nei confronti del conduttore di Agorà".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Referendum trivelle, bufera contro il conduttore di Agorà: "E' disinformazione"

Today è in caricamento