Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Firenze, incontro tra Renzi e Merkel: "Un'amicizia italo-tedesca"

A Firenze il vertice italo-tedesco. Diversi i temi affrontati: dalle riforme del governo al quantitative easing di Draghi, alle elezioni in Grecia. Prima la visita dei due premier per le bellezze della città

Elogi alla Bce e all'Unione europea per gli ultimi provvedimenti presi, un "passo avanti importante ma non decisivo per uscire da stagnazione e deflazione". Così Renzi ha parlato del quantitative easing di Draghi, durante la conferenza stampa insieme alla cancelliera tedesca Angela Merkel. E quando si tocca il tasto delle riforme c'è solo determinazione: "Per tutto il 2015 non guarderò ai sondaggi, andremo dritti agli obiettivi che in qualche settimana, barra mesi, saranno completati".

VIDEO: RENZI ACCOGLIE MERKEL IN PIAZZA DELLA SIGNORIA

Da parte sua Merkel sembra soddisfatta delle misure messe in atto finora dal governo Renzi, nonostante definisca il percorso molto ambizioso e lungo: "Sono sicura che porterà risultati e non deve essere bloccato: l'Italia deve andare avanti". Tutto ciò avrebbe delle conseguenze anche in Germania: "Gli imprenditori tedeschi mi dicono che ora possono assumere, non hanno più paura dei costi incalcolabili, possono agire in modo più chiaro grazie a meno ostacoli". Insomma l'Italia "non ha più alibi" e "deve mettere il turbo alle riforme", nessun rallentamento perché bisogna "andare ancora più velocemente, essere ancora più determinati". 

Una conferenza stampa e una giornata in cui sembra essersi consolidata un'amicizia: "Ringrazio in modo particolare Angela: nei prossimi mesi avremo un grande lavoro da fare e credo che la grande storia di amicizia italo-tedesca avrà nei prossimi mesi le pagine più belle da scrivere". Entrambi i leader insomma sono d'accordo: l'Europa si cambia insieme.

Infine è stato anche affrontato il tema delle elezioni in Grecia. L'ombra di Alexis Tsipras sembra sempre più preponderante ma su una cosa non ci sono dubbi: "Voglio ricordare che alla base dei nostri principi c'è la solidarietà. Voglio che la Grecia, nonostante le difficoltà, continui a far parte della nostra storia" ha evidenziato la Merkel. Per "l'amico Renzi" Atene non è un problema: "Rispetto la libera determinazione dei cittadini e dalla prossima settimana i partner lavoreranno" con il nuovo premier "nel rispetto del percorso già avviato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firenze, incontro tra Renzi e Merkel: "Un'amicizia italo-tedesca"

Today è in caricamento